Schweizerisches Rotes Kreuz / Croix-Rouge Suisse

CRS: nuova Strategia, nuovo Consiglio

Berna (ots) - La 9a Assemblea della Croce Rossa ha adottato, il 30 giugno 2007 ad Ascona, la nuova Strategia della Croce Rossa Svizzera, che sarà valida fino al 2012. Nell’ambito del rinnovo del Consiglio della Croce Rossa, la cancelliera della Confederazione Annemarie Huber-Hotz è stata eletta vicepresidente della Croce Rossa Svizzera. I delegati della Croce Rossa Svizzera (CRS) hanno approvato la nuova Strategia 012, con la quale viene definito l’indirizzo che la CRS intende imprimere al proprio operato nei prossimi cinque anni. L’obiettivo è di rafforzare le diverse organizzazioni della CRS e, attraverso una convergenza delle forze, di potenziare la CRS nel suo insieme. È prevista inoltre una più chiara concentrazione dei compiti su quattro campi di attività chiave e su gruppi target composti da persone particolarmente vulnerabili. La Strategia 012 definisce - i quattro campi di attività chiave Salute, Integrazione, Salvataggio (Svizzera) e Aiuto in caso di catastrofe, ricostruzione, cooperazione allo sviluppo (estero) – nei quali la CRS intende concentrare il proprio operato - le competenze chiave volontariato, attività giovanili e formazione di cui dispon-gono le organizzazioni CRS e che rivestono fondamentale importanza per le attività della maggior parte di esse - i gruppi target ai quali sono destinate le prestazioni: persone socialmente svantaggiate o particolarmente vulnerabili, persone che non usufruiscono di un accesso adeguato all’assistenza sanitaria, persone bisognose di cure a domicilio e i loro congiunti, persone bisognose di prestazioni di salvataggio o di pronto soccorso. All’estero si tratta di persone colpite da gravi catastrofi o conflitti, oppure di persone che non hanno un accesso adeguato all’assistenza sanitaria. Per quanto riguarda le attività chiave, le competenze chiave e altre tematiche come valori, collaborazione, innovazione, immagine, collaboratori e raccolta di fondi, la Strategia 012 definisce per ciascuna di esse da tre a cinque indirizzi per l’attività futura. Salvataggio Le organizzazioni affiliate al gruppo CRS svolgono in Svizzera un ruolo importante e spesso predominante nel salvataggio aereo, nel salvataggio in ambito acquatico, nel salvataggio con i cani da ricerca e nell’ambito dei primi soccorsi prodigati da non professionisti. Venerdì 29 giugno 2007, l’Assemblea della Croce Rossa ha preso in esame il ruolo e le prospettive della CRS nell’ambito del salvataggio. Le organizzazioni di salvataggio devono oggi conciliare da un lato gli imperativi del federalismo con la necessità di uniformare principi e norme nell’interesse della loro collaborazione e, d’altro lato, l’esigenza di migliorare la qualità con la necessità di ridurre i costi. Attualmente le loro risorse consentono appena di far fronte alle attività di routine quotidiane. Nonostante che sia stata rafforzata la collaborazione, è aumentato il rischio che, in caso di gravi incidenti o catastrofi, i servizi di salvataggio non siano in grado di prodigare aiuti di emergenza tempestivi e adeguati. Le organizzazioni di salvataggio del gruppo CRS ritengono che sia loro compito completare e potenziare i servizi di salvataggio professionali in uno spirito di volontariato e di altruismo, e come espressione di una solidarietà vissuta. Questo concerne in primo luogo i 15 minuti che intercorrono tra il momento in cui viene lanciato l’allarme e l’arrivo dei soccorsi. Durante tale lasso di tempo, le persone presenti devono essere in grado di agire in modo adeguato. Le organizzazioni di salvataggio della CRS considerano che uno dei loro compiti prioritari sia di contribuire a fare in modo che la maggior parte della popolazione sappia reagire correttamente in una situazione d’urgenza e sia in grado di prestare i primi soccorsi fino all’arrivo dei soccorritori professionisti. Rinnovo del Consiglio della Croce Rossa Il Consiglio della Croce Rossa, presieduto dal professor René Rhinow, è stato rieletto per altri quattro anni. In seguito alle dimissioni di alcuni membri, le seguenti persone sono state nominate in seno all’organo direttivo della CRS: Annemarie Huber-Hotz, cancelliera della Confederazione, quale vicepresidente; Monika Dusong, ex Consigliera di Stato del cantone di Neuchâtel, presidente centrale della Federazione svizzera dei samaritani, quale membro; Max Cotting, gestore patrimoniale, membro del Consiglio di fondazione della Fondazione umanitaria CRS, quale membro. Scioglimento di una fondazione I delegati della CRS hanno approvato lo scioglimento della Fondazione Centro di formazione CRS. Tale fondazione era l’organismo responsabile del Seminarhotel Sempachersee di Nottwil. Dalla vendita della proprietà alberghiera, avvenuta a fine marzo 2007, la fondazione non dispone più di fondi per adempiere il suo scopo. Per ulteriori informazioni: Beat Wagner, responsabile Comunicazione CRS, tel. 031 387 74 08 / 076 372 41 84 / beat.wagner@redcross.ch

Plus de communiques: Schweizerisches Rotes Kreuz / Croix-Rouge Suisse

Ces informations peuvent également vous intéresser: