Office fédéral des assurances sociales

AVS/AI: modifiche dell'Ordinanza sull'assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti e dell'Ordinanza sull'assicurazione per l'invalidità.

    Berna (ots) - Il Consiglio federale ha approvato delle modifiche dell'Ordinanza sull'assicura-zione per la vecchiaia e per i superstiti e dell'Ordinanza sull'assicurazione per l'invalidità. Si tratta di adeguamenti di carattere tecnico e di disposizioni che meglio garantiscono i diritti per i figli. Queste modifiche entreranno in vigore il 1° gennaio 2002.

    Le modifiche dell'Ordinanza sull'assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti riguardano:

    * il rinvio del pensionamento. L'inizio del periodo di rinvio corrisponde all'età pensionabile legale. Per tener conto dell'innalzamento a tappe dell'età di pensio-namento delle donne, l'ordinanza non indica più una determinata età, come attualmente, precisa bensì che il periodo di rinvio inizierà a partire dall'età di pensionamento fissata per legge;

    * il versamento della rendita per figli se i genitori vivono separati. La legislazione prevede che le rendite per figli vengano versate normalmente insieme alla rendita principale AVS/AI, a prescindere dallo stato civile del beneficiario. Il Consiglio federale ha voluto adattare le modalità per il versamento di queste rendite alla pratica già in uso, alla giurisprudenza e al nuovo diritto sul divorzio. D'ora in avanti il genitore non beneficiario della rendita, che esercita l'autorità parentale e che vive nella stessa economia domestica del/la figlio/a potrà ottenere la rendita per figli direttamente.

    Le modifiche dell'Ordinanza sull'assicurazione per l'invalidità riguardano:

    provvedimenti d'integrazione dell'AI in favore dei figli all'estero. Oggigiorno i figli all'estero hanno diritto a provvedimenti d'integrazione dell'AI solo se sono assicurati oppure se uno dei genitori è affiliato all'assicurazione facoltativa. Questa regolamentazione pone problemi al momento in cui i genitori del/la figlio/a rimangono assoggettati all'assicurazione obbligatoria durante il loro soggiorno all'estero, soprattutto quando vengono mandati all'estero da un datore di lavoro svizzero oppure quando lavorano all'estero per conto della Confedera-zione. In questo caso, il/la figlio/a non aveva spesso alcun diritto a provvedimenti d'integrazione. La modifica dell'ordinanza colma questa lacuna: d'ora in avanti i figli all'estero non assicurati non avranno diritto a provvedimenti d'integrazione dell'AI anche se uno dei genitori dovesse rimanere assoggettato all'assicurazio-ne obbligatoria per attività lucrativa all'estero. Questa misura entra in vigore con effetto retroattivo a partire dal 1° gennaio 2001.

ots Originaltext: Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Dipartimento federale dell'interno
Servizio stampa e informazione

Alfons Berger, vicedirettore
tel. +41 31 322 90 33
Divisione AVS/IPG/PC
Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Internet www.ufas.admin.ch



Plus de communiques: Office fédéral des assurances sociales

Ces informations peuvent également vous intéresser: