Office fédéral des assurances sociales

Assicurazione malattie
Accordi bilaterali con l'UE: modifiche d'ordinanza riguardo ai temi della libera circolazione delle persone e dei sussidi versati ai Cantoni per la riduzione dei premi

Berna (ots) - L'Accordo sulla libera circolazione delle persone ha comportato modifiche di legge nel settore dell'assicurazione malattie. Il Consiglio federale ha pertanto modificato tre ordinanze e ne ha emanato una nuova. Si tratta delle regolamentazioni particolareggiate necessarie in quanto, nell'ambito dell'Accordo con l'UE sulla libera circolazione delle persone, la Svizzera amplia il proprio sistema di assicurazione malattie. Ciò concerne prevalentemente i frontalieri e le persone residenti in uno Stato dell'UE che ricevono soltanto una rendita svizzera come anche i loro familiari. Le modifiche d'ordinanza riguardano in particolare il disciplinamento dell'obbligo d'assicurazione, il controllo dell'affiliazione all'assicurazione, i compiti dell'istituzione comune LAMal quale organo di assistenza reciproca e di collegamento, l'assunzione dei costi, il calcolo e la riscossione dei premi, i sussidi versati ai Cantoni per la riduzione dei premi e la procedura federale per la riduzione dei premi a favore dei beneficiari di rendite e dei loro familiari residenti in uno Stato dell'UE. La principale modifica apportata all'Ordinanza sull'assicurazione malattie (OAMal) consiste nell'obbligo d'assicurazione per i frontalieri residenti nell'UE e per i beneficiari di una rendita svizzera o di una prestazione dell'assicurazione svizzera contro la disoccupazione nonché per i loro familiari. L'ordinanza disciplina d'ora in poi il modo in cui le persone interessate vengono informate sull'obbligo d'assicurazione e il modo in cui la loro affiliazione all'assicurazione malattie viene controllata. Nel contempo obbliga gli assicuratori ad esercitare l'assicurazione sociale malattie per queste persone e disciplina la possibilità di essere esentati da questo obbligo. Vi sono inoltre elencati i nuovi compiti della fondazione istituzione comune LAMal. Nuove regolamentazioni concernono inoltre l'assunzione dei costi e le tariffe applicabili, la qualifica di fornitori di prestazioni, il calcolo e la riscossione dei premi, la partecipazione ai costi e le forme particolari d'assicurazione. Una modifica dell'Ordinanza sulla compensazione dei rischi nell'assicurazione malattie (OCoR) precisa che i lavoratori distaccati, i frontalieri come anche i loro familiari e i battellieri del Reno assicurati in Svizzera devono essere presi in considerazione per la compensazione dei rischi tra gli assicuratori-malattie. Le modifiche apportate all'Ordinanza concernente i sussidi della Confederazione per la riduzione dei premi nell'assicurazione malattie (ORP) riguardano la chiave di ripartizione secondo cui i sussidi federali e cantonali vengono ripartiti tra i Cantoni. Il Consiglio federale stabilisce le quote dei singoli Cantoni al sussidio federale in base alla popolazione residente e alla capacità finanziaria come anche, e questa è una novità, secondo il numero di frontalieri e dei loro familiari. Nella nuova Ordinanza sulla riduzione dei premi nell'assicurazione malattie per beneficiari di rendite residenti in uno Stato membro della Comunità europea (ORPMCE) viene regolamentata la procedura federale per la riduzione dei premi a favore dei beneficiari di una rendita svizzera residenti in uno Stato membro dell'UE e dei loro familiari. L'organo esecutivo è l'istituzione comune LAMal. La procedura è semplice, adeguata e concepita unicamente quale sistema di richiesta. Per stabilire le modeste condizioni economiche è determinante il reddito lordo (redditi conseguiti sotto forma di rendite, contributi di mantenimento e redditi sulla sostanza) senza alcuna deduzione. Il costo della vita del Paese di residenza viene preso in considerazione. Gli assicurati devono assolvere obblighi di collaborazione di ampia portata. L'importo delle riduzioni dei premi viene versato direttamente all'assicuratore-malattie. Le modifiche d'ordinanza e la nuova ordinanza entreranno in vigore contemporaneamente alle revisioni parziali della LAMal menzionate e all'Accordo sulla libera circolazione delle persone. La data dell'entrata in vigore dell'accordo non è ancora nota, ma si prevede che non sia anteriore al 1º gennaio 2002. A prescindere dall'Accordo sulla libera circolazione delle persone le disposizioni concernenti l'obbligo d'assicurazione per le persone provenienti dall'estero che seguono una formazione o un perfezionamento e per i docenti e i ricercatori che soggiornano in Svizzera sono rese meno restrittive poiché la prassi degli ultimi anni ha mostrato che la normativa vigente relativa ai motivi di esenzione è troppo severa. Inoltre ai Cantoni viene data d'ora in poi la possibilità di esentare dall'obbligo d'assicurazione le persone che fruiscono di una buona protezione assicurativa estera, qualora l'assoggettamento all'assicurazione svizzera, causa l'età o lo stato di salute, le mettesse in condizioni tali da poter stipulare soltanto l'assicurazione di base, impedendo loro di concludere assicurazioni complementari nella misura consueta. Con queste modifiche d'ordinanza il Consiglio federale ha realizzato la decisione parlamentare del 1998, secondo cui dal 2002 l'indice dei premi quale criterio per la ripartizione dei sussidi per la riduzione dei premi dovrà essere stralciato dall'ordinanza del Consiglio federale. ots Originaltext: Ufficio federale delle assicurazioni sociali Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: tel. +41 31 322 92 23 Patricia Leiber, Divisione principale assicurazione malattie e infortuni, Ufficio federale delle assicurazioni sociali Allegati: modifiche d'ordinanza e nuova ordinanza I comunicati stampa dell'UFAS ed ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Internet www.ufas.admin.ch DIPARTIMENTO FED. DELL'INTERNO Servizio stampa e informazione

Ces informations peuvent également vous intéresser: