Bundesamt für Sozialversicherung (BSV)

Commissione federale per l’infanzia e la gioventù (CFIG): Più tempo libero e più spazi disponibili per i bambini!

Berna (ots) - Comunicato stampa Più tempo libero e più spazi disponibili per i bambini! Nel suo nuovo rapporto “…e poi la giornata è finita ! Tempo libero, spazio libero e movimento per bambini e giovani“, presentato ai media il 9 settembre 2005, la Commissione federale per l’infanzia e la gioventù analizza la relazione esistente tra bambini e giovani e il loro ambiente immediato e chiede di prendere maggiormente in considerazione i loro bisogni e le loro esigenze riguardo a tempo, spazio e movimento: i bambini e i giovani necessitano di più tempo libero non pianificato e di spazi in cui potersi muovere liberamente. Essa chiede anche che la Confederazione attui il “Piano d’azione per l’ambiente e la salute dei bambini in Europa“ dell’OMS, che mira tra l’altro a ridurre la morbilità dovuta alla mancanza d’attività fisica, promuovendo la creazione di strutture umane sicure e favorevoli a tutti i bambini. I bambini non possono fare a meno di muoversi e di giocare all’aperto. Dall’età di quattro o cinque anni hanno bisogno di tempo per se stessi, senza essere accuditi in permanenza, e il loro bisogno di autonomia aumenta con l’età. Tuttavia, non è più così facile disporre di tempo per sé, neanche durante l’infanzia. Vari ostacoli impediscono ai bambini e ai giovani di giocare in un quadro “non sorvegliato”, di dare spazio all’esercizio fisico e di usufruire del tempo libero: da un lato, al di fuori della scuola essi trascorrono sempre più tempo svolgendo attività considerate dagli adulti come utili per il loro successo scolastico e sociale; dall’altro, lo spazio pubblico è sempre più invaso dal traffico, dalle costruzioni e dalle attività commerciali. Ne conseguono mancanza di movimento e stress, che moltiplicano i problemi di salute già prima dell’età adulta. Queste constatazioni sono il frutto delle riflessioni e delle discussioni che la Commissione federale per l’infanzia e la gioventù (CFIG) ha svolto sul tema degli “spazi” in stretta collaborazione con ricercatori e specialisti e con i diretti interessati: i bambini e i giovani. Trovare soluzioni a questi problemi non è un’impresa facile. È un esercizio d’equilibrio molto complesso cui sono confrontati tutti coloro che si occupano di pianificazione del territorio, costruzione, circolazione, orari di lavoro, educazione, sport, protezione della salute e integrazione. “Un cambiamento - ha affermato il presidente della CFIG Pierre Maudet - richiede soprattutto una maggiore presa di coscienza da parte degli adulti: è nostra speranza che questo rapporto vi contribuisca.” Le raccomandazioni formulate nell’ultima parte del rapporto presentano misure concrete che permetterebbero di prendere maggiormente in considerazione i bisogni effettivi di bambini e giovani riguardo a tempo e spazio. Esse sono raggruppate in grandi temi e richiedono ad esempio più ritagli di tempo senza attività pianificate, degli orari di lavoro adeguati alle esigenze della famiglia, la conquista degli spazi e l’adeguamento dello spazio pubblico ad entrambi i sessi. Anna Sax, vicepresidente della CFIG, ha presentato alcune richieste formulate nel rapporto. La CFIG chiede ad esempio alla Confederazione di mettere in atto il “Piano d’azione per l’ambiente e la salute dei bambini in Europa”, adottato in occasione della Quarta Conferenza ministeriale sull’ambiente e la salute dell’OMS (Budapest, 2004), che mira tra l’altro a ridurre la morbilità dovuta alla mancanza d’attività fisica. Secondo Anna Sax, “rendere effettivo nei programmi scolastici di tutti i Cantoni l’obbligo di prevedere almeno tre ore di educazione fisica alla settimana costituirebbe un primo passo in questa direzione. Tuttavia - ha aggiunto la vicepresidente della CFIG - un’offerta di attività fisica limitata alle ore di ginnastica previste nell’ambito scolastico non basta: ogni bambino e ogni giovane deve poter usufruire ogni giorno di un ambiente sano in cui potersi muovere liberamente. Anche questa è attività fisica.” Le raccomandazioni della CFIG si rivolgono da un lato agli ambienti politici e all’amministrazione a livello comunale, cantonale e federale e, dall’altro, ai genitori, agli educatori e alle persone di riferimento nonché alle associazioni e alle altre istituzioni che operano a favore di bambini e giovani. COMMISSIONE FEDERALE PER L’INFANZIA E LA GIOVENTÙ Ulteriori informazioni: Pierre Maudet, cellulare: 079 227 36 70 Presidente della CFIG Anna Sax, tel.: 043 243 92 22, cellulare: 079 734 75 64 Vicepresidente della CFIG e responsabile del gruppo di lavoro “Spazi“ Anna Volz, tel.: 031 322 79 80, fax: 031 324 06 75, e-mail: ekkj- cfej@bsv.admin.ch Segretaria della CFIG Ufficio federale delle assicurazioni sociali Si può ottenere gratuitamente il rapporto “…e poi la giornata è finita ! Tempo libero, spazio libero e movimento per giovani e bambini“, disponibile nelle tre lingue ufficiali, all’indirizzo seguente: Commissione federale per l’infanzia e la gioventù, Ufficio federale delle assicurazioni sociali, Effingerstrasse 20, 3003 Berna Tel : 031 322 92 26, fax : 031 324 06 75 ; e-mail : ekkj- cfej@bsv.admin.ch Il rapporto può anche essere scaricato in formato pdf dal sito Internet della CFIG: www.cfej.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: