Bundesamt für Sozialversicherung (BSV)

AI: nonostante il calo delle nuove rendite urgono riforme

Berna (ots) - Ufficio federale delle assicurazioni sociali Comunicato stampa Berna, 1° settembre 2005 AI: nonostante il calo delle nuove rendite urgono riforme Stando ai dati del monitoraggio, nel primo semestre del 2005 l'assicurazione invalidità ha concesso il 7% di nuove rendite in meno rispetto allo stesso periodo del 2004. Considerato che già tra il 2003 e il 2004 era stato registrato un calo, l'ultima rilevazione conferma l'inversione di tendenza delineatasi lo scorso anno. Tuttavia, poiché il numero delle nuove rendite resta superiore a quello delle rendite estinte, la somma delle rendite correnti è ulteriormente aumentata: nel primo semestre del 2005 l'AI ha accusato il deficit record di 1.2 miliardi di franchi. Secondo i dati del monitoraggio, nel primo semestre del 2005 gli uffici AI hanno concesso 11'900 rendite ponderate contro le 12'800 del primo semestre del 2004 (calo: 7%; nuove rendite ponderate concesse in tutto il 2004: 25'700). In febbraio era già stato constatato un calo delle nuove rendite tra il 2003 e il 2004. Viste le nuove cifre, è più che probabile che il 2004 abbia segnato un'inversione di tendenza. Va tuttavia ricordato che circa il 90% delle decisioni negative degli uffici AI viene impugnato (quota in netta crescita). Sono quindi ancora pendenti non poche decisioni definitive. La diminuzione delle nuove rendite può essere ricondotta a diversi fattori. Uno di questi è il calo delle prime richieste di prestazioni AI: 39'000 nel primo semestre del 2005, contro le 42'000 dello stesso periodo del 2004 (totale 2004: 82'000). Il calo va probabilmente ascritto alla sensibilizzazione di tutte le parti in causa (assicurati, medici, datori di lavoro, organismi attivi nel settore sociale) al problema dell'esplosione dei costi dell'invalidità. Va quindi ricordato l'ulteriore aumento della quota di prime richieste di rendita respinte, passata dal 36.6% del primo semestre del 2004 (37.9 sull'arco di tutto l'anno) al 41.1% del primo semestre 2005. In futuro, gli uffici AI potranno inoltre avvalersi anche del lavoro dei nuovi servizi medici regionali (SMR), entrati in funzione il 1° gennaio di quest'anno. Un ultimo fattore che ha contribuito al calo delle nuove rendite ponderate è la diminuzione del grado d'invalidità presentato in media dai beneficiari. Primo semestre 2005: l'AI accusa un deficit record - urgono riforme L'effettivo delle rendite AI (cioè la somma delle rendite correnti) continua ad aumentare, sia pure in decelerazione, nonostante il calo delle nuove rendite. Il numero delle nuove rendite resta infatti superiore a quello delle rendite estinte (le rendite AI si estinguono perlopiù al raggiungimento dell'età pensionabile, quando vengono sostituite da una rendita AVS). Il calo delle nuove rendite potrà produrre appieno i propri effetti soltanto a lungo termine, nei primi anni avrà un'incidenza limitata. Infatti, le nuove rendite rappresentano soltanto il 10% delle rendite correnti. Finché la somma delle rendite correnti continuerà ad aumentare, aumenterà anche il deficit dell'AI. Nel primo semestre del 2005 le uscite dell'AI sono ammontate a 6.3 miliardi di franchi, le entrate a 5.1. Con un deficit di 1.2 miliardi di franchi, il risultato d'esercizio della prima metà del 2005 ha fatto segnare un record negativo (1° semestre 2004: 1.0 miliardi). Il numero delle nuove rendite può dunque essere contenuto. Tuttavia, i provvedimenti attualmente applicabili sono di efficacia limitata e vanno appositamente rafforzati nel quadro della 5a revisione AI. Senza un intervento tempestivo, la costante, forte crescita del deficit annuo non potrà che continuare a produrre una costante, forte crescita del debito complessivo (già miliardario) e degli interessi passivi dell'assicurazione. Il previsto finanziamento aggiuntivo va quindi considerato urgente al di là di ogni ragionevole dubbio. Ufficio federale delle assicurazioni sociali Servizio stampa e informazione Informazioni: 031 322 91 32 / Alard du Bois-Reymond, vicedirettore Capo dell'Ambito Assicurazione invalidità Allegati: - Grafico Nuove rendite (ponderate) 2002 - giugno 2005 - Grafico Effettivi (ponderati) 2002 - giugno 2005 - Miniglossario I comunicati stampa dell'UFAS ed ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Internet www.ufas.admin.ch Miniglossario: Monitoraggio / Rendita ponderata / Statistica AI In atto dal 2003, il monitoraggio è uno strumento di registrazione e controllo dell'attività dei singoli uffici AI cantonali in relazione alle richieste di rendita. Pur non essendo stato introdotto a scopi statistici, consente tuttavia la rilevazione di interessanti tendenze. Dai suoi dati, aggiornati trimestralmente, possono essere tratte indicazioni sull'evoluzione del numero delle nuove rendite. Per rendita ponderata si intende una rendita conteggiata secondo la percentuale di rendita intera che rappresenta (in parole povere: rendita intera = 1, mezza rendita = 0,5 e via dicendo). La rilevazione delle rendite ponderate rispecchia l'evoluzione dei costi assai meglio della rilevazione del numero di beneficiari e permette di tener conto anche degli aumenti e delle riduzioni dovuti a revisione: gli aumenti vi figurano come nuove rendite, le riduzioni come rendite estinte (espresse, beninteso, in frazione di rendita intera). La statistica AI, pubblicata annualmente dagli anni Ottanta, fornisce dati dettagliati - proposti secondo numerose chiavi di lettura - interessanti soprattutto dal punto di vista delle attività assicurative. Oltre alle rendite, la statistica rileva anche le altre prestazioni dell'assicurazione (provvedimenti d'integrazione, indennità giornaliere e assegni per grandi invalidi). I dati relativi alle rendite non sono ponderati, ma corrispondono al numero di beneficiari (1 unità = 1 beneficiario, indipendentemente dalla frazione di rendita di cui fruisce). Il metodo seguito permette inoltre di tener conto di una parte delle rendite accordate retroattivamente. La parte dedicata al settore finanziario propone l'analisi dei costi. La statistica AI 2005 (gennaio 2004 - gennaio 2005) è disponibile su Internet. L'evoluzione delle rendite rilevata è parallela a quella constatata sulla base dei dati del monitoraggio e conferma quindi la tendenza al calo delle nuove rendite in atto dal 2004. La statistica AI 2005 (d/f) può essere scaricata dal sito Internet dell'UFAS: www.bsv.admin.ch/statistik/details/d/index.htm www.ofas.admin.ch/statistik/details/f/index.htm La versione stampata sarà disponibile tra circa tre settimane.

Ces informations peuvent également vous intéresser: