Administration fédérale des finances

Riduzione al minimo legale della partecipazione federale a Swisscom: Consiglio federale favorevole

Berna (ots) - Il Consiglio federale è disposto a ridurre la partecipazione della Confederazione a Swisscom SA al minimo legale del 50 per cento + 1 azione. Per questa ragione è disposto ad accogliere un postulato del consigliere nazionale Georges Theiler (PLR/LU), che chiede una riduzione di tale partecipazione per evitare rischi. Il Consiglio federale aveva comunque già ventilato in passato la vendita di altre azioni Swisscom della Confederazione. Secondo l'articolo 6 della legge federale sull'organizzazione dell'azienda delle telecomunicazioni della Confederazione (LATC), la Confederazione deve detenere la maggioranza del capitale e dei voti. Dopo il riscatto di azioni effettuato da Swisscom lo scorso mese di marzo, la Confederazione detiene ora il 62,73 per cento del capitale azionario di Swisscom SA. Il Consiglio federale è competente per l'alienazione di altre azioni fino al livello della partecipazione legale minima. Il Consiglio federale può dunque disporre liberamente del 12,7 per cento. Già in precedenti occasioni si era occupato della questione di una parziale vendita di azioni. Prima di un'eventuale vendita bisognerà effettuare un'ampia valutazione della situazione, in cui saranno da esaminare il momento della vendita, il corso delle azioni, il mercato e gli strumenti di alienazione. Pertanto, il momento e le condizioni di vendita delle azioni liberamente disponibili non sono ancora noti. ots Originaltext: AFF Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Peter Thomann Amm. federale delle finanze tel. +41/31/322'60'71 Dipartimento federale delle finanze Comunicazione CH-3003 Berne Tel. +41/31/322'60'33 Fax +41/31/323'38'52 mailto: info@gs-efd.admin.ch Internet: http://www.dff.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: