Administration fédérale des finances

Attuazione della legge sul riciclaggio di denaro

    Berna (ots) - Il Consiglio federale ha trasmesso la sua presa di posizione sul rapporto della Commissione della gestione del Consiglio nazionale consacrato ai problemi d'esecuzione della legge sul riciclaggio di denaro. Esso aderisce alle considerazioni contenute nel rapporto e approva le raccomandazioni ivi formulate. Per quanto non lo siano già, queste raccomandazioni saranno attuate il più presto possibile. Il Governo attribuisce infatti grande importanza alla rapida eliminazione delle lacune evidenziate nel rapporto. In tal modo esso conferma la sua incondizionata volontà di attuare la legge.

    Il 29 giugno 2001, la Commissione della gestione del Consiglio nazionale (CdG-N) ha fatto pervenire al Consiglio federale un rapporto intitolato 'Problemi di esecuzione della legge sul riciclaggio di denaro: il controllo sugli intermediari finanziari ai sensi dell'articolo 2 capoverso 3 LRD'. Fondandosi su un'analisi dettagliata della situazione in atto, questo rapporto accertava un certo numero di problemi e formulava differenti raccomandazioni all'indirizzo del Consiglio federale. Queste raccomandazioni concernevano i seguenti oggetti:

    - organizzazione e risorse dell'Autorità di controllo; misure da adottare affinché essa sia in grado di assumere tutti i suoi compiti legali entro i più brevi termini;

    - trattamento delle questioni dell'assoggettamento alla LRD; trasparenza e comunicazione della prassi dell'Autorità di controllo in materia d'esecuzione della LRD;

    - attuazione di una regolamentazione dei casi di esigua importanza;

    -prassi del servizio giuridico, rimedi giuridici e sanzioni in caso di violazione della LRD;

    - esame dell'utilità del mantenimento del Consiglio consultivo;

    - omogeneità dell'operato dei servizi dell'Amministrazione federale interessati in materia di riciclaggio di denaro, nonché

    - elaborazione e concretizzazione di un programma d'informazione che metta in risalto i risultati positivi ottenuti nell'ambito dell'esecuzione della LRD.

    In linea di principio il Consiglio federale approva le raccomandazioni della Commissione della gestione. Come mostra la seguente panoramica, queste misure - se non sono ancora state completamente attuate - lo saranno nel corso dei prossimi mesi.

    Stato dell'attuazione delle principali misure auspicate

    - L'Autorità di controllo, che a partire dal 1° gennaio 2001 è stata promossa allo statuto di divisione, nell'autunno 2001 è stata dotata di una nuova struttura direttiva con la creazione di quattro sezioni, mentre l'effettivo è stato aumentato a 25 posti. Gli ultimi due capisezione assunti sono entrati in funzione il 1° gennaio 2002, data in cui 21 persone (per un totale di 18,9 posti di lavoro) erano occupate presso l'Autorità di controllo.

    - La revisione degli intermediari finanziari direttamente sottoposti all'Autorità di controllo sarà svolta da organi di revisione accreditati in materia di LRD sulla base di un elenco degli obblighi ben preciso. L'elenco dei revisori accreditati sarà pubblicato ancora nel corso del mese di gennaio 2002. Dal canto suo, l'Autorità di controllo procederà alla revisione degli OAD attingendo ai propri mezzi. Visti gli effettivi di cui dispone, essa dovrebbe essere in grado di iniziare la revisione degli OAD ancora nel corso del primo semestre del 2002.

    - Il trattamento delle domande di assoggettamento diretto all'Autorità di controllo è attualmente al culmine. Le prime autorizzazioni sono state consegnate nel dicembre del 2001. La conclusione dei lavori è prevista per la fine dell'estate del 2002.

    - Allo scopo di chiarire le questioni dell'assoggettamento e di contribuire alla sicurezza del diritto, l'Autorità di controllo intende pubblicare - al più tardi questa primavera - una circolare che descriva, da un lato, la sua interpretazione della clausola generale dell'articolo 2 capoverso 3 LRD e, dall'altro, una tipologia delle attività assoggettate alla LRD. Questa interpretazione si baserà sul testo e sullo scopo della legge e si fonderà sulle definizioni e sugli esempi forniti dal Gruppo di azione finanziaria internazionale sul riciclaggio dei capitali (GAFI) nonché sul rischio di riciclaggio inerente a ciascuna attività.

    - Sotto la presidenza del capo dell'Autorità di controllo, è stato istituito un gruppo di lavoro incaricato di esaminare in che misura una regolamentazione dei casi di esigua importanza sia compatibile con la LRD e le raccomandazioni del GAFI. Il gruppo di lavoro dovrà altresì definire i valori soglia al di sotto dei quali è possibile rinunciare a un assoggettamento. Il risultato dei lavori sarà pubblicato ancora in primavera.

    - Per quanto riguarda la prassi del servizio giuridico del DFF e i rimedi giuridici, l'istituzione di una commissione di ricorso indipendente in qualità di istanza di ricorso contro le decisioni dell'Autorità di controllo risolverà il problema delle molteplici funzioni del servizio giuridico, che operava finora in qualità di istanza di consulenza, di istanza di ricorso e di organo di perseguimento penale.

    - Istituito nel gennaio del 2001 in qualità di organo di consulenza incaricato di occuparsi delle questioni di principio e di strategia, il Consiglio consultivo ha fornito impulsi di qualità su differenti temi e contribuito in modo sostanziale all'ampia normalizzazione della situazione presso l'Autorità di controllo. Pertanto, il Consiglio federale non comprende le diverse critiche mosse nei confronti di questo organo, dato che quest'ultimo aveva appena avuto il tempo di esaminare gli incarti. Ciononostante, tenendo conto del contesto generale nonché della situazione consolidata in seno all'Autorità di controllo, il Capo del Dipartimento federale delle finanze - d'intesa con il direttore dell'AFF, con il nuovo capo dell'Autorità di controllo, il presidente e i membri del Consiglio consultivo - ha deciso di rinunciare al mantenimento di questo organo. L'ultima seduta del Consiglio si è tenuta il 6 dicembre 2001. Tuttavia, anche in futuro, il know-how e le conoscenze di taluni esperti esterni indipendenti continueranno a rivelarsi indispensabili per l'Autorità di controllo nell'approccio di determinate questioni strategiche o di fondo. Vi si farà ricorso, in singoli casi, per il tramite di altri canali.

    Attuazione della LRD nella debita forma

    Le decisioni prese a seguito delle raccomandazioni formulate nel rapporto del 29 giugno 2001 dalla Commissione della gestione, ma anche a seguito delle conclusioni dell'inchiesta amministrativa ordinata dal Capo del Dipartimento federale delle finanze all'ex giudice federale Karl Spühler agli inizi di luglio, hanno permesso di completare nonché di accelerare la realizzazione del primo pacchetto di misure del DFF del novembre 2000. L'obiettivo rimane quello di assicurare il più presto possibile un'attuazione della LRD nella debita forma, secondo il senso e lo spirito voluti dal legislatore.

    Nel corso dei prossimi mesi, il Consiglio federale continuerà ad accordare una particolare attenzione agli sviluppi di questo dossier. Se l'evoluzione della situazione lo richiederà, non esiterà a prendere tutte le misure complementari necessarie per garantire la realizzazione degli obiettivi fissati.

ots Originaltext: AFF
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Signora Dina Balleyguier
Capo dell'Autorità di controllo
Tel. +41/31)/322'68'50

Dipartimento federale delle finanze
Comunicazione
CH-3003 Berne
Tel. +41/(0)31/322'60'33
Fax  +41/(0)31/323'38'52
E-mail:    info@gs-efd.admin.ch
Internet: http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Administration fédérale des finances

Ces informations peuvent également vous intéresser: