Auf die sanfte Tour!

Die Vereinten Nationen erklären 2017 zum Jahr des nachhaltigen Tourismus - Die Ferienregion TirolWest liegt dabei ...

Office fédéral des routes (OFROU)

Adeguamento delle norme sulle licenze di condurre alle direttive dell'Ue

Berna (ots) - Il Consiglio federale vuole armonizzare le categorie delle licenze di condurre svizzere con quelle dell'Ue. L'ordinanza sull'ammissione alla circolazione di persone e veicoli (OAC) è pertanto sottoposta a revisione parziale. Le proposte di modifica sono state poste in consultazione presso i Cantoni, i partiti politici nonché le organizzazioni e associazioni interessate. È in corso la revisione dell'ordinanza sull'ammissione alla circolazione di persone e veicoli (OAC) nell'intento di armonizzare il più possibile le norme svizzere ed europee in materia di licenze di condurre. Nell'avamprogetto inviato in consultazione, si propone di riprendere, immutate, le principali categorie dell'Ue (motoveicoli, automobili con relativi rimorchi e veicoli a motore pesanti). Le altre proposte di modifica riguardano in particolare i conducenti di veicoli motorizzati a due ruote. A partire dall'età di 16 anni essi potranno ottenere la licenza di guida della sottocategoria A1 e guidare motoveicoli di cilindrata non superiore a 125 cm3 e con una prestazione massima del motore di 11 kW. Nel contempo, per compensare l'abbassamento del limite di età, si intensifica la formazione dei futuri conducenti. Poiché esistono prescrizioni europee soltanto per veicoli con velocità massima superiore a 45 km/h, la consultazione permetterà in particolare di stabilire in che modo integrare le attuali motoleggere nel nuovo sistema. Chi, a partire dal 1° gennaio 2003, intende guidare veicoli con più di otto posti a sedere, conducente non compreso, dev'essere titolare della licenza di condurre della categoria D o della sottocategoria D1. Per poter conseguire una licenza della sottocategoria D1 (furgoncini con al massimo sedici posti a sedere, conducente non compreso) si deve aver compiuto 21 anni d'età, essere alla guida di un veicolo da almeno un anno senza aver provocato incidenti, aver superato l'esame teorico complementare (prescrizioni relative alla durata del lavoro e del riposo dei conducenti e altre norme relative ai trasporti) nonché un esame pratico di guida. Agli attuali titolari della categoria D2 verrà rilasciata la nuova sottocategoria D1 senza esame (salvaguardia del diritto acquisito). L'adeguamento delle categorie delle licenze di condurre svizzere al diritto comunitario implica cambiamenti anche per la scuola guida. Così, d'ora in poi il superamento dell'esame teorico sarà condizione per il rilascio della licenza di allievo conducente e per la partecipazione ai corsi di teoria della circolazione. La procedura di consultazione durerà fino al 15 febbraio 2002; le modifiche, se accettate, entreranno in vigore il 1° gennaio 2003. Il 1° agosto 2001 sono per contro già entrate in vigore le nuove prescrizioni relative alla formazione minima per conducenti di camion e torpedoni, emanate nell'ambito dell'attuazione dell'accordo bilaterale sui trasporti terrestri tra la Svizzera e l'Ue. ots Originaltext: UFST Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Michael Gehrken Ufficio federale delle strade Tel. +41 31 324 14 91 ATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa Allegato: http://www.astra.admin.ch/It/news/index.html

Ces informations peuvent également vous intéresser: