Bundesamt für Strassen ASTRA

USTRA: Estensione dell’obbligo di allacciare le cinture di sicurezza e di portare il casco

Berna (ots) - In futuro, l’obbligo di allacciare le cinture di sicurezza e di portare il casco sarà esteso. Il Consiglio federale ha deciso diverse modifiche delle ordinanze sulle norme della circolazione stradale, sulla segnaletica stradale, sull’ammissione alla circolazione, sulle esigenze tecniche per i veicoli stradali e sulle multe disciplinari. Si tratta di cambiamenti che permetteranno di rafforzare la sicurezza stradale, di facilitare la mobilità di persone disabili, di adeguare le disposizioni sulla pubblicità stradale, di attuare le direttive internazionali o di procedere a semplificazioni tecniche. Le modifiche summenzionate entreranno in vigore il 1° marzo 2006. Maggiore sicurezza stradale: L’obbligo di allacciare le cinture di sicurezza e di portare il caso sarà esteso ed applicato, in linea di massima, a tutti gli utenti di veicoli a motore. Le nuove disposizioni prevedono, ad esempio, l’obbligo di allacciare le cinture anche nei camion e nei torpedoni. L’obbligo di portare il casco per gli utenti di veicoli a due ruote motorizzati sarà esteso anche ai cosiddetti “Trikes” e “Quads”, che finora potevano essere utilizzati anche senza i relativi dispositivi di sicurezza. Deroghe a detti obblighi potranno essere accordate soltanto in rari casi eccezionali per motivi economici o pratici. In futuro, i sedili longitudinali, utilizzati spesso negli scuolabus, nonché i seggiolini per bambini negli autoveicoli di trasporto dovranno essere equipaggiati almeno con cinture addominali. Tale regolamentazione vale per i veicoli che saranno ammessi alla circolazione a partire dal 1° marzo 2006; i modelli più vecchi dovranno essere equipaggiati secondo le nuove norme entro il 1° gennaio 2010. Le disposizioni concernenti il trasporto di persone su veicoli destinati al trasporto di cose o su veicoli agricoli saranno inasprite. In futuro, durante i tragitti dall’azienda al luogo di lavoro il personale lavorativo non potrà più essere trasportato sulla superficie di carico di veicoli a motore non agricoli. Sui veicoli a motore agricoli e sui relativi rimorchi potrà essere trasportato soltanto il personale proprio. La velocità minima valida sulle autostrade e sulle semiautostrade passerà dagli attuali 60 km/h a 80 km/h, misura che si ripercuoterà in modo positivo sulla sicurezza stradale e sul flusso del traffico. Per quanto concerne l’utilizzazione di biciclette e di mezzi simili a veicoli sarà ampliata e armonizzata la relativa segnaletica. Facilitata la mobilità dei disabili: Per le persone disabili sarà più facile parcheggiare il proprio veicolo grazie ad una carta di parcheggio unitaria, riconosciuta a livello internazionale. Inoltre, per facilitare ulteriormente la mobilità dei portatori di handicap, in futuro le carrozzelle per invalidi potranno accedere con meno restrizioni alle aree destinate ai pedoni o al traffico. Al contempo, queste innovazioni saranno segnalate in modo chiaro e comprensibile. Creando inoltre una base giuridica per l’installazione di contrassegni tattili e visivi, sarà possibile favorire ulteriormente l’orientamento e la protezione di persone ipovedenti o cieche. Nuove disposizioni sulla pubblicità stradale: Le nuove disposizioni sulla pubblicità stradale si limitano all’essenziale e mettono al centro gli aspetti della sicurezza stradale. Si rinuncia volutamente ad una regolamentazione dei dettagli (ad es. distanza minima [in metri] della pubblicità stradale dal margine della carreggiata). L’autorità preposta alle autorizzazioni deve esaminare ogni singola richiesta valutando se la situazione concreta potrebbe limitare la sicurezza stradale. In futuro, fuori dalle località, oltre alla pubblicità per conto proprio, potranno essere autorizzati anche altri tipi di pubblicità, sempreché non venga compromessa la sicurezza stradale. Continua ad essere vietata la pubblicità per conto proprio o per terzi nelle aree autostradali e semiautostradali. Anche in futuro saranno tuttavia ammesse le insegne di ditte e, novità, potranno essere apposti annunci nell’ambito dell’educazione stradale, della prevenzione d’incidenti o della gestione del traffico. Facilitata l’attuazione dei diritti dei pedoni sulle strisce pedonali: L’inosservanza del diritto di precedenza sulle strisce pedonali potrà, in futuro, essere punita nel quadro della procedura della multa disciplinare, sempreché il pedone non sia stato messo in pericolo. Le modifiche entreranno in vigore il 1° marzo 2006. DATEC Dipartimento federale dell’Ambiente, dei dei Trasporti, dell’Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Servizio stampa dell’Ufficio federale delle strade, 031 324 14 91

Ces informations peuvent également vous intéresser: