Bundesamt für Strassen ASTRA

USTRA: Una segnaletica unitaria per promuovere il traffico lento

Berna (ots) - L’Ufficio federale delle strade (USTRA) vuole introdurre una nuova e più semplice segnaletica per le vie di comunicazione destinate al cosiddetto “traffico lento”. Circa 60'000 chilometri di percorsi pedonali e sentieri e oltre 20’000 chilometri di percorsi per biciclette e mountain-bike riceveranno progressivamente una segnaletica unitaria a livello nazionale e quindi più rispondente alle esigenze degli utenti; in tal modo si intende tenere adeguatamente conto della forte crescita in atto in questo settore. Secondo la legge sulla circolazione stradale (LCStr) e la legge sui percorsi pedonali e i sentieri (LPS), l’Ufficio federale delle strade (USTRA) è competente per quanto riguarda le prescrizioni sulla segnaletica adottata sulla rete di percorsi per il traffico lento in Svizzera. Con il progetto di una nuova norma sulla segnaletica per il traffico lento, l’USTRA intende integrare in un unico testo ufficiale le disposizioni, finora separate, relative alla segnaletica dei percorsi pedonali e di quelli per biciclette e mountain-bike, nonché la nuova segnaletica per quelli relativi ai pattini a rotelle “inline” (i cosiddetti mezzi simili a veicoli). La popolazione, le autorità e il settore turistico trarranno profitto da questa unificazione e dalla nuova grafica della segnaletica per il traffico lento: 1. la nuova segnaletica per il traffico lento è più riconoscibile dal parte del pubblico e risulta più facilmente comprensibile, contribuendo così promuovere il traffico lento nell’ambito della mobilità quotidiane e del tempo libero; 2. viene messa disposizione delle competenti autorità (Cantoni, associazioni e privati) una norma di carattere pratico e affidabile per gestire la segnaletica delle reti di percorsi destinati al traffico lento; 3. La norma sarà vincolante e garantirà una segnaletica unitaria e coerente a livello svizzero, che si basa su quella esistente e la amplia. In tal modo saranno creati presupposti e strutture che favoriranno la realizzazione e il lancio sul mercato di innovativi progetti turistici. Le nuove disposizioni si basano sulla segnaletica attualmente esistente, mirando però ad unificare l’immagine grafica. In futuro vi dovrà essere una linea chiara sia per la forma, i caratteri tipografici e la lingua, sia per i colori adottati. Un elemento centrale è l’introduzione di un sistema di indicazione degli itinerari per i sentieri pedonali – un presupposto essenziale per la realizzazione del progetto "La svizzera a piedi" che sta nascendo sull’esempio di "La Svizzera in bici". Secondo il progetto della norma, il nuovo sistema di segnaletica dovrà essere adottato su tutti i percorsi destinati al traffico lento al più tardi entro il 2026. Si tratta complessivamente di circa 80'000 km – una rete dello stesso ordine di grandezza di tutta la rete stradale svizzera. Il lungo periodo di transizione scelto permette di garantire che i segnali per il traffico lento esistenti non debbano essere sostituiti prima del termine della loro durata di vita. Il progetto di norma è stato elaborato in stretta collaborazione con l’Unione dei professionisti svizzeri della strada (VSS) e con esperti dei Cantoni e delle associazioni interessate. Esso sarà messo in consultazione presso i Cantoni e le organizzazioni interessate fino al 10 settembre 2005. DATEC Dipartimento federale dell’Ambiente dei Trasporti, dell’Energia e delle comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Ufficio federale delle strade, Servizio stampa, 031 324 14 91 Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.traffico- lento.ch.

Ces informations peuvent également vous intéresser: