Bundesamt für Strassen ASTRA

ASTRA: Grande centro di controllo del traffico pesante: via libera al progetto di Uri

Berna (ots) - Dal 2008, ad Erstfeld, sarà operativo un nuovo centro di controllo del traffico pesante in transito sull’asse nord-sud. Tra i due progetti inoltrati dai Cantoni di Nidvaldo e Uri, il DATEC, dopo attento esame, ha optato per la soluzione proposta dal Cantone di Uri. Per le restanti attività di controllo del traffico pesante sulla rete svizzera delle strade nazionali, oltre al grande centro urano, sono in funzione altri 12 centri di media grandezza. Per la realizzazione dell’unico grande centro di controllo del traffico pesante sull’asse nord-sud, sono state valutate due possibili ubicazioni: - NW: lungo la N2 presso il raccordo di Stans sud, sull’ex aerodromo militare di Buochs; - UR: lungo la N2 presso il raccordo di Erstfeld, in territorio di Ripshausen. Ognuno dei due Cantoni ha elaborato un dossier a livello di progetto esecutivo al fine di permettere, sulla base di una valutazione approfondita, la scelta dell’ubicazione più adatta allo scopo. Alla fine, il progetto di Erstfeld ha ottenuto maggiori consensi rispetto a quello di Stans, soprattutto per i criteri, considerati critici, relativi al traffico e ai costi. Determinante nella scelta è risultato anche il fatto che nel centro di Erstfeld sarà possibile controllare pure il traffico pesante proveniente dal Cantone di Svitto / Axenstrasse. L’intensificazione dei controlli giova all’intero traffico stradale Nell’ambito dell’attuazione della legge sul trasferimento del traffico e degli adeguamenti della legge sulla circolazione stradale, l’USTRA ha elaborato, all’attenzione del DATEC, un concetto sull’intensificazione dei controlli del traffico pesante. La gestione del traffico merci su strada attraverso le Alpi, connessa al concetto dell’USTRA, si prefigge l’obiettivo di ridurre, a un livello sopportabile, le code e le ripercussioni sull’intero traffico stradale e sull’ambiente. Il concetto in vigore si basa su controlli a campione di veicoli e conducenti. Da un’analisi del problema emerge che ca. il 60% delle irregolarità è da ricondurre ai conducenti (per es. mancato rispetto delle ore di riposo, alcol), il 30% è dovuto allo stato del veicolo e il restante 10% al carico (sovraccarico, merci pericolose). Il primo grande centro per il controllo del traffico pesante è stato inaugurato nel novembre 2004 a Unterrealta (GR). Attualmente si stanno pianificando 11 ulteriori centri medi (St. Maurice, Sciaffusa, Sigirino, Reiden, Uhwiesen, Chavornay, Oensingen, Frick, Schafisheim e due altre ubicazioni ancora da definire). DATEC Dipartimento federale dell’Ambiente, dei Trasporti, dell’Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Servizio dell’informazione dell’Ufficio federale delle strade, tel. 031 324 14 91

Ces informations peuvent également vous intéresser: