Bundesamt für Strassen ASTRA

ASTRA: Via sicura: un programma per migliorare la sicurezza stradale

      Berna (ots) - Con “Via sicura“, il programma volto ad aumentare la
sicurezza sulle strade svizzere, ci si prefigge, entro il 2010, di
ridurre a meno di 300 allÂ’anno il numero dei morti dovuti a
incidenti della circolazione. I provvedimenti da adottare sono
riassunti in un rapporto steso da un gruppo di esperti sotto lÂ’egida
dellÂ’Ufficio federale delle strade. LÂ’ampio ventaglio di misure
punta, tra lÂ’altro, alla migliore formazione dei conducenti,
allÂ’adeguamento delle infrastrutture stradali ma anche
allÂ’intensificazione dei controlli del traffico sulle strade.
Secondo il principio di causalità, i costi di questo programma sono
a carico degli utenti della strada. Il rapporto finale degli esperti
viene ora sottoposto per parere al DATEC che, verosimilmente verso
metà del 2005, presenterà una proposta di attuazione al Consiglio
federale.

    Il progetto è volto a formulare una politica della sicurezza stradale in grado di rendere notevolmente più sicura la circolazione. LÂ’obiettivo principale è di ridurre, entro il 2010, a meno di 300 allÂ’anno il numero dei morti per incidenti stradali e a meno di 3000 quello dei feriti gravi.

    I risultati intermedi del progetto sono stati riassunti e presentati al pubblico in tre rapporti di sintesi (disponibili in tedesco e francese). Il quarto rapporto, ora disponibile, si inserisce nello stesso contesto. Sostanzialmente, nel documento sono sintetizzate le misure proposte dal gruppo di esperti.

Le misure proposte

    Le 56 misure, suddivise in dodici campi di intervento, sono elencate nellÂ’allegato al quarto rapporto di sintesi. Gli esempi delle misure citate nella lista danno unÂ’idea dei diversi contenuti dei singoli campi di intervento:

• Educazione alla mobilità e alla sicurezza a tutti i livelli scolastici

• Intensificazione degli sforzi in atto a livello internazionale a favore di una maggiore sicurezza dei veicoli

• Accelerazione e semplificazione delle procedure penali

• Analisi ed eliminazione di tratti stradali potenzialmente pericolosi e caratterizzati da un elevato numero di incidenti

• Definizione delle norme della circolazione

• Divieto di guidare sotto l’influsso di alcol per i conducenti professionali

• Divieto di guidare sotto l’influsso di alcol per i nuovi conducenti

• Sistematica formazione continua per i recidivi

• Guida con i fari accesi di giorno

    Dalla lista provvisoria pubblicata lo scorso mese di agosto sono state stralciate unicamente le due misure "Dispositivo di registrazione degli incidenti” e "Divieto di comunicare in modo attivo mediante apparecchi elettronici". Tutte le altre misure dovranno essere attuate.

LÂ’obiettivo non si raggiunge gratis

    LÂ’analisi di questo pacchetto di misure mostra come il beneficio economico e finanziario del programma “Via sicura” sia di gran lunga maggiore rispetto ai costi di attuazione.

    I costi a carico del settore pubblico (Confederazione, Cantoni/Comuni) sono da attribuire in gran parte allÂ’eliminazione di tratti stradali pericolosi e caratterizzati da un elevato numero di incidenti. A livello cantonale e comunale si accumulano costi supplementari dovuti ai controlli stradali che dovranno avere nel mirino in particolare quei conducenti che mettono in pericolo la sicurezza stradale. In questo settore, i costi annuali scoperti a carico del settore pubblico ammontano a ca. 300 milioni di franchi. In base al principio di causalità, tale somma dovrà essere compensata da un aumento percentuale del premio dellÂ’assicurazione di responsabilità civile dei veicoli (senza lÂ’assicurazione casco), tenendo conto del fattore di rischio. In tal modo si crea un ulteriore incentivo per una guida prudente e sicura, poiché i premi assicurativi vengono calcolati individualmente, in base a diversi fattori di rischio. Chi per esempio assicura un veicolo con un elevato potenziale di rischio deve pagare un premio più alto. Nel calcolo del premio rientrano anche il potenziale di rischio del conducente e il suo comportamento nel traffico. Gli assicurati che, alla guida da anni, non hanno mai causato un incidente, beneficiano di uno sconto. Le persone che hanno invece causato un incidente devono pagare un supplemento. Le misure proposte, se efficaci, faranno diminuire il numero degli incidenti e, con esso, anche i premi assicurativi.

    Informazioni dettagliate sulle ricadute finanziarie e i modelli di finanziamento proposti si trovano nellÂ’allegato al presente comunicato "Rapporto costi/benefici e finanziamento di Via sicura".

Via sicura – il programma di attuazione della nuova politica della sicurezza stradale

    LÂ’attuazione della nuova politica della sicurezza stradale è fissata, sotto il titolo di "Via sicura", in un apposito programma della Confederazione volto ad aumentare la sicurezza stradale.

    Affinché lÂ’obiettivo fissato dal Consiglio federale venga raggiunto entro il 2010, le misure proposte dovrebbero essere applicate senza indugio. I provvedimenti principali del progetto Via sicura presuppongono tuttavia una serie di modifiche di legge; i tempi di un ordinario processo legislativo sono però molto lunghi. Senza ricorrere al diritto dÂ’urgenza, gli obiettivi fissati potranno pertanto essere raggiunti pienamente soltanto dopo il 2010.

Seguito della procedura

    I quattro rapporti di sintesi vengono ora riassunti in un rapporto finale e integrati con il programma di intervento per lÂ’attuazione della nuova politica della sicurezza stradale. Entro la fine di questÂ’anno, lÂ’USTRA sottoporrà il documento per parere al Dipartimento federale dellÂ’Ambiente, dei Trasporti, dellÂ’Energia e delle Comunicazioni (DATEC). Una proposta di attuazione del programma "Via sicura" verrà probabilmente presentata al Consiglio federale verso la metà del 2005.

USTRA Ufficio federale delle strade Servizio stampa

Ulteriori ragguagli sotto www.vesipo.ch



Plus de communiques: Bundesamt für Strassen ASTRA

Ces informations peuvent également vous intéresser: