Bundesamt für Strassen ASTRA

ASTRA: Per ottenere la licenza di condurre è determinante lo Stato di residenza

Berna (ots) - Chi risiede in Svizzera e ottiene una licenza di condurre all’estero è passibile di pena se utilizza tale licenza in Svizzera senza aver vissuto per almeno un anno all’estero. In un articolo pubblicato dalla SonntagsZeitung il 22 agosto 2004 (Schweizer lernen im Osten Auto fahren - für 1500 Franken), un offerente di corsi di scuola guida all’estero asseriva che la sua offerta è del tutto legale. L’Ufficio federale delle strade precisa quanto segue: l’uso di una licenza di condurre ottenuta all’estero è legale in Svizzera soltanto a condizione che l’allievo conducente abbia vissuto per almeno un anno nel Paese dove ha ottenuto il documento. L’offerta di ottenimento di una licenza di condurre estera dà agli interessati l’illusione di poter beneficiare di una soluzione a basso costo; in realtà, l’uso di un licenza conseguita all’estero, in Svizzera è passibile di pena. Da un lato, un conducente che fa commutare il proprio documento presso un ufficio cantonale della circolazione stradale basandosi su affermazioni false circa la durata del suo soggiorno all’estero viene punito severamente. Dall’altro, vengono puniti anche quei conducenti che utilizzano in Svizzera, senza averla fatta commutare, una licenza ottenuta all’estero. Una licenza di condurre può essere ottenuta soltanto nel Paese dove si risiede. Le autorità rinunciano al principio della residenza soltanto se il titolare della licenza dimostra di avere vissuto almeno un anno all’estero. Ufficio federale delle strade (USTRA) Servizio stampa Informazioni: Servizio stampa USTRA, tel. 031 324 14 91, venerdì 27.8 dalle ore 8.30 alle 12.00

Ces informations peuvent également vous intéresser: