Eidg. Finanzkontrolle

EFK: TTPCP: Migliori controlli per impedire la frode

      Berna (ots) - 04 apr 2003 (AFD) Da poco più di due anni è stata
introdotta in Svizzera la tassa sul traffico pesante commisurata
alle prestazioni (TTPCP) . Vi sono assoggettati gli autocarri
svizzeri ed esteri d'un peso complessivo superiore a tre tonnellate
e mezzo. L'ammontare della tassa dipende dal peso totale
autorizzato, dal chilometraggio percorso e dalle emissioni di
sostanze nocive. Per lottare contro la frode in tale campo, nel
corso dell'anno verranno installati complessivamente 21 impianti di
controllo in 14 punti della rete autostradale svizzera.

    Trattandosi di autocarri svizzeri, i chilometri percorsi nel nostro paese vengono registrati con un apparecchio elettronico. L'autista deve unicamente dichiararvi il rimorchio trainato dal suo mezzo (targa, peso autorizzato). Per i veicoli esteri tale apparecchio non è obbligatorio. Il rilevamento dei dati viene di solito effettuato manualmente. All'atto della loro entrata in Svizzera gli autisti registrano il chilometraggio e il peso del rimorchio trainato utilizzando una carta di identificazione da inserire nel terminale TTPCP. All'uscita essi attualizzano il chilometraggio e pagano la TTPCP in contanti o con una cartacarburante.

    Regolarmente, il chilometraggio e i dati del rimorchio vengono però dichiarati erroneamente nell'intento di frodare la tassa. L'amministrazione federale delle dogane, che si occupa della riscossione della TTPCP, intende rafforzare i controlli con 21 appositi impianti che nel corso dell'anno installerà in vari punti della rete autostradale svizzera. Degli scanner a laser e delle camere a raggi infrarossi collocati su apposite strutture metalliche registreranno le targhe degli autocarri in transito. I dati sono trasmessi elettronicamente alla centrale di controllo di Berna ove vengono sottoposti ad un esame di plausibilità.

    Le infrazioni commesse dai veicoli esteri sono perseguite direttamente al confine dall'amministrazione delle dogane. Quelle commesse dai veicoli immatricolati in Svizzera vengono notificate dalla dogana alle competenti autorità cantonali. La multa minima è di 100 franchi.

    Le autovetture non vengono rilevate dagli impianti di controllo i quali non si addicono nemmeno al controllo della velocità. Le spese complessive per i nuovi impianti ascendono a 25 milioni di franchi.

Informazioni concernenti gli impianti di controllo sono rilasciate da Erich Burkhalter, capo della sezione TTPCP 4, Gutenbergstrasse 50, 3003 Berna, tel. 031/323 07 82, erich.burkhalter@ezv.admin.ch Jürg Marolf, sost. del capo della sezione TTPCP, Gutenbergstrasse 50, 3003 Berna, tel. 031/324 49 80, juerg.marolf@ezv.admin.ch

Il presente comunicato stampa e le relative immagini possono essere caricati dal sito Internet www.dogana.admin.ch/i/medien/2003/lsva.zip

Amministrazione federale delle dogane AFD Direzione generale delle dogane Monbijoustrasse 40 CH-3003 Berna http://www.dogana.admin.ch



Ces informations peuvent également vous intéresser: