Eidg. Zollverwaltung

ezv: Lotta efficace contro la criminalità transfrontaliera

Berna (ots) - 20 lug 2004 (AFD) La quantità di cocaina sequestrata nel primo semestre del 2004 ha già superato quella totale dello scorso anno. Nel settore dei compiti di polizia il numero delle persone consegnate ai corpi di polizia cantonali è aumentato di oltre il 10 percento. Nonostante il difficile contesto, ciò rappresenta un'importante prestazione. Proseguono i successi nella lotta contro la criminalità transfrontaliera nell'ambito degli stupefacenti Nel primo semestre del 2004 l'Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha fatto un salto quantico per quanto concerne le quantità di eroina e cocaina sequestrate, che erano invece rimaste stabili nel 2003. I membri del Corpo delle guardie di confine (Cgcf) e dell'AFD hanno sequestrato 147 kg (46 kg) di cocaina e 64 kg (35 kg) di eroina. Solamente il Cgcf ha scoperto oltre 1'400 infrazioni alla legge sugli stupefacenti. Grazie al lavoro professionale delle guardie di confine e all'intensa collaborazione con le autorità partenariali svizzere ed estere è stato possibile ottenere maggiori successi nella lotta contro la grave criminalità transfrontaliera nell'ambito degli stupefacenti. Campi d'attività complessi Nel primo semestre del 2004 il Corpo delle guardie di confine è riuscito a fermare oltre 3'800 perone che tentavano di entrare illegalmente in Svizzera. Ciò corrisponde ad una diminuzione del 5% rispetto all'anno scorso. È tuttavia sorprendente il notevole aumento del 10% dei fermi al confine occidentale. Solamente nella regione di Ginevra sono state registrate oltre 1'600 persone entrate illegalmente. Il Cgcf è riuscito, tra l'altro sulla base dei documenti di ricerca o del sospetto di attività criminali, a fermare ed in seguito consegnare ai corpi di polizia cantonali circa 19'000 persone. Ciò rappresenta un aumento superiore al 10%. Per contro, il numero delle persone respinte alla frontiera è diminuito da 50'426 a 43'456. Oltre alle consegne alla polizia e ai respingimenti, il Corpo delle guardie di confine ha sequestrato circa 1'000 documenti falsificati. Potenziale di violenza in aumento La propensione a commettere atti di violenza nei confronti dei membri del Corpo delle guardie di confine desta tuttora preoccupazione, soprattutto nelle regioni di Basilea e Ginevra. A tal riguardo occorre rilevare che sono stati forzati 40 posti di blocco in tutta la Svizzera. Inoltre, in 80 casi i delinquenti si sono dati alla fuga durante il controllo e in circa 340 casi in previsione di un controllo. Informazioni: maggiore Rodolfo Contin, ufficiale di stato maggiore del Comando centrale Cgcf, tel. 031 / 323 34 21 I ten Andrejas Marijan, Informazione & relazioni pubbliche del Cgcf, tel. 031 / 323 14 40 Il presente comunicato stampa ed ulteriori documenti possono essere scaricati da Internet al seguente indirizzo: http://www.gwk.admin.ch/i/medien/2004/gwk-bilanz2-i.zip Amministrazione federale delle dogane AFD Direzione generale delle dogane Monbijoustrasse 40 CH-3003 Berna http://www.dogana.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: