Eidg. Zollverwaltung

ezv: "Una valigia, mille speranze” - esposizione speciale al Museo delle dogane

Berna (ots) - 02 apr 2004 (AFD) Domenica delle Palme, 4 aprile 2004, verrà aperta la nuova stagione presso il Museo delle dogane di Cantine di Gandria con un'esposizione speciale sul tema "La migrazione e la Svizzera”. L'esposizione invita i visitatori a riflettere su un fenomeno che assumerà sempre più importanza per il nostro paese. La migrazione rappresenta tuttavia anche una sfida per il Corpo delle guardie di confine e per la dogana. 175 milioni di persone non vivono dove sono nate, ma sono migranti in viaggio per libera scelta o per costrizione. Cercano lavoro, scappano da persecuzioni e oppressioni o si liberano da condizioni sociali disagevoli. I motivi della migrazione sono molteplici, i tragitti spesso lunghi e rischiosi. La Svizzera, da oltre cento anni è un paese di immigrazione, vale a dire che il numero delle persone immigrate è risultato quasi ogni anno maggiore di quello delle persone emigrate. I motivi della migrazione La mostra "Una valigia e mille speranze” al museo doganale è divisa in quattro parti: dodici fotografie in formato gigante situate nel giardino mostrano, in base a storie di persone che hanno lasciato il proprio paese, alcuni dei più importanti motivi della migrazione. Ne fanno parte ad esempio l'immigrazione alla ricerca di lavoro dopo la seconda Guerra Mondiale, le fughe dovute a espulsioni o oppressioni, ma anche il caso di un'anziana coppia di svizzeri emigrati in Spagna per motivi di salute. Nel cosiddetto labirinto, i visitatori si trovano confrontati con le domande che si devono porre i migranti prima della partenza. Tali domande sono in correlazione con immagini altrettanto grandi, che raffigurano i tragitti spesso pericolosi intrapresi dai migranti nei loro viaggi della speranza. Riposarsi e riflettere Reagiremmo male se il nostro sindaco fosse di colore o se ricevessimo una multa da un poliziotto con gli occhi a mandorla? Tali situazioni sono rappresentate nella "sala della tolleranza”. Un altro elemento dell'esposizione mostra come l'influenza degli stranieri abbia cambiato i menu svizzeri. Infine, i visitatori possono riposarsi in terrazza su panchine di diverse lunghezze. La panchine sono sistemate in modo da rappresentare in modo simbolico le proporzioni rilevanti a livello di flusso migratorio. Il ruolo del Cgcf e della dogana Come per altri paesi dell'Europa occidentale, anche per la Svizzera il tema "migrazione” assumerà sempre più importanza. In questo frangente si presentano molte sfide. L'esposizione speciale "Una valigia, mille speranze” non fornisce delle risposte scontate ma invita alla discussione a partire da questioni attuali. Come ad esempio il ruolo che rivestono il Cgcf e la dogana nella questione "migrazione”. Museo delle dogane: aperto tutti i giorni fino al 24 ottobre 2004, dalle 13.30 alle 17.00, entrata libera. Informazioni: www.zoll.admin.ch/i/wer/museum/museum.php Questo comunicato stampa può essere scaricato insieme alle immagini dal sito: www.zoll.admin.ch/i/medien/2004/museum.zip Informazioni: Direzione generale delle dogane, Informazione e documentazione tel. 031/322 67 43 Amministrazione federale delle dogane AFD Direzione generale delle dogane Monbijoustrasse 40 CH-3003 Berna http://www.dogana.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: