Département fédéral de l'économie

Buone prestazioni da parte delle casse di disoccupazione per l'anno 2000

Berna (ots) - Le casse di disoccupazione (CD) svolgono un lavoro efficace. Già nel corso del primo anno dalla sua entrata in vigore, la nuova convenzione incentrata sulle prestazioni ha risposto alle aspettative che era chiamata a soddisfare. In pratica, ciò significa che tutte le casse hanno ottimizzato, nel 2000, le loro prestazioni. La convenzione conclusa tra it Dipartimento federale dell'economia (DFE) e i titolari delle casse di disoccupazione riconosciute è stata messa in vigore all'inizio del 2000 e scade alla fine del 2003. Essa stabilisce i compiti da svolgere, misura, mediante un indice, le prestazioni e crea le condizioni per un'esecuzione efficiente e imperniata sulle prestazioni delle disposizioni della legge federale sull'assicurazione contro la disoccupazione (LADI). La valutazione delle prestazioni è fondata su criteri standard e uniformi, che sono stati elaborati in collaborazione, quali partner, con le casse di disoccupazione. Le inchieste relative alle attività svolte nel 2000 mostrano che tutti i titolari hanno rispettato in modo coerente gli obiettivi fissati nella convenzione, di modo che questi ultimi sono stati raggiunti dalla quasi totalità delle casse. Le spese amministrative delle casse di disoccupazione, che nel 1999 ammontavano a 134,1 milioni di franchi, hanno potuto essere ridotte, l'anno scorso, a 114.1 milioni. Durante lo stesso periodo, il numero delle casse di disoccupazione e passato da 45 a 43 unità. Le spese preventivate per l'esercizio 2001 ammontano a 92 milioni di franchi. La convenzione tra la Confederazione e i titolarl delle casse di disoccupazione intende essere duratura e pienamente efficace. Il conteggio annuale comparativo serve proprio a tale scopo. Le casse di disoccupazione che producono una prestazione superiore alla media (vale a dire al di sopra di 8'600 punti per posto di lavoro a tempo pieno) ottengono un bonus. Nel caso in cui la prestazione non corrispondesse al minimo richiesto (cioè a 3'600 punti per posto di lavoro a tempo pieno), l'ufficio di compensazione dell'AD rimborsa soltanto una parte delle spese amministrative comprovate dalla cassa. La convenzione in materia di prestazioni non è stata l'unica sfida che i titolari delle casse di disoccupazione hanno affrontato l'anno scorso: essi hanno dovuto nel contempo reagire rapidamente alla notevole diminuzione del tasso di disoccupazione. L'effettivo del personale di tutte le 43 casse di disoccupazione è stato ridotto, passando da 1'297 posti di lavoro a tempo pieno nel 1999 a 1'076 alla fine del 2000. Entro la fine del 2001, il numero di posti di lavoro a tempo pieno scenderà, per la prima volta dall'inizio della recessione nel corso degli anni Novanta, a meno di 1'000 unità. ots Originaltext: DFE Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Dominique Babey, tel. +41 31 322 22 73

Ces informations peuvent également vous intéresser: