Département fédéral de l'économie

Aiuto alimentare internazionale

Berna (ots) - Oggi, il Consiglio federale ha deciso di stanziare 7 milioni di franchi per l'acquisto di carne bovina svizzera da destinare a un'ulteriore azione nell'ambito dell'aiuto alimentare internazionale nonché un importo massimo di 2 milioni di franchi per una campagna d'informazione a favore della carne bovina svizzera. Nonostante i provvedimenti adottati dalla Svizzera sin dal 1990 per far fronte alla crisi dell'ESB, in numerosi Paesi vige tuttora il divieto d'importare bovini svizzeri. Il Consiglio federale intende pertanto impiegare una parte dei mezzi finanziari previsti per l'esportazione di bestiame da allevamento e da reddito per dar seguito a una richiesta di aiuto alimentare inoltrata dalla Corea del Nord. La Proviande è stata incaricata di acquistare carne bovina svizzera appena macellata di qualità ineccepibile per un importo massimo di 7 milioni di franchi e di metterla a disposizione della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) per l'aiuto alimentare internazionale. La DSC è responsabile della logistica ed organizzerà la distribuzione in loco. L'inasprimento della problematica legata all'ESB nei Paesi vicini ha ripercussioni anche sul mercato svizzero della carne bovina. La diminuzione della fiducia tra i consumatori ha portato a un notevole calo delle vendite di carne bovina con conseguente flessione del 30 per cento circa dei prezzi alla produzione. Mediante una compagna d'informazione s'intende rafforzare la fiducia dei consumatori nei confronti della carne bovina svizzera e dei provvedimenti adottati dalla Confederazione. Fino alla fine del 2001 Proviande attuerà pertanto una campagna di base coordinata con gli uffici federali interessati. Ulteriori provvedimenti sono previsti nel settore della gastronomia, visto che circa la metà della carne bovina consumata viene smerciata attraverso questo canale. Questa campagna d'informazione unica verrà finanziata con un importo massimo di 2 milioni di franchi prelevati dal Fondo per la carne. Per il finanziamento dei provvedimenti decisi la Confederazione non deve stanziare mezzi supplementari. ots Originaltext: DFE Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Dipartimento federale dell'economia, Servizio della stampa e dell'informazione Ufficio federale dell'agricoltura, Eduard Hofer, vicedirettore, tel. +41 31 322 25 87 Niklaus Neuenschwander, Sezione Carne e uova, tel. +41 31 322 25 29

Ces informations peuvent également vous intéresser: