Département fédéral de l'économie

La Comco smantella il cartello dell´asfaltatura

Berna (ots) - La Commissione della concorrenza (Comco) ha appena vietato un accordo cartellistico tra le società dell´asfaltatura del nord-est della Svizzera e quelle del sud della Germania. Da alcuni anni tale cartello eliminava la concorrenza sul mercato dell´asfaltatura. Con decisione del 4 dicembre 2000, la Comco ha dichiarato illecito l´accordo che coinvolgeva le società svizzere BHZ Baustoffholding SA Zürich (BHZ), BHT Baustoff Holding Thur SA (BHT), Biturit SA e le imprese tedesche Asphaltmischwerke Bodensee (AMB) e Friedrich Storz Strassen- und Tiefbau (Storz). Dal 1996 l´accordo cartellistico riguardante i prezzi, le quantità e la ripartizione territoriale stipulato tra queste società d´asfaltatura, direttamente concorrenti, sopprimeva la concorrenza sul mercato dell´asfaltatura. Prima che sorgesse questo cartello, le imprese svizzere erano in concorrenza con le ditte tedesche AMB e Storz che offrivano prezzi nettamente più vantaggiosi. In virtù dell´accordo, la AMB e la Storz si astenevano dal fare concorrenza a BHZ, BHT e Biturit le quali, in cambio, si impegnavano ad acquistare da loro determinate quantità di bitume ogni anno. Di conseguenza i prezzi praticati da AMB e da Storz erano stati fortemente aumentati ciò che aveva permesso a BHZ, BHT e Biturit di mantenere artificiosamente un livello di prezzi più alto. Hanno approfittato di questi prezzi maggiorati anche altre imprese di asfaltatura che non facevano parte del cartello. Lo smantellamento di questo cartello permette di ripristinare una concorrenza efficace tra le società d´asfaltatura tedesche e svizzere e dovrebbe portare ad un calo generale dei costi della costruzione di strade nella Svizzera orientale. Questa decisione della Comco si inserisce nella lotta delle autorità in materia di concorrenza contro gli accordi orizzontali, particolarmente nocivi. Secondo la legge attuale, la Comco non può tuttavia comminare multe agli autori del cartello. La revisione della legge sui cartelli, attualmente in corso, intende introdurre la possibilità di sanzionare in modo diretto questo tipo di infrazioni. ots Originaltext: DFE Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Prof. Roland von Büren, Presidente, natel +41 79 667 90 15 o Prof. Walter Stoffel, Vicepresidente, natel +41 79 436 81 49. Questo testo è accessibile sul nostro sito internet www.wettbewerbskommission.ch.

Ces informations peuvent également vous intéresser: