Off. féd. environ., forêts, paysage

Programma di promozione Legno 21

ATEC intende utilizzare a fondo il potenziale del legname svizzero Da anni cresce più legname di quanto non ne venga utilizzato. Con il programma di promozione Legno 21, il Dipartimento dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (ATEC) vuole incrementare notevolmente l'utilizzazione annua del legname svizzero. A lungo termine, il fabbisogno interno del nostro Paese va interamente coperto con legname prodotto in Svizzera. L'Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP) e Lignum - Conferenza svizzera dell'economia del legno hanno oggi dato avvio al programma di promozione Legno 21. Legno 21 si propone di aumentare, entro cinque anni, di un milione di metri cubi (+ 20 per cento) l'utilizzazione annua attuale di legname svizzero, che ammonta in media a 4,74 milioni di metri cubi. Entro il 2015 tale utilizzazione deve permettere di smaltire la crescita di legname registrata ogni anno nei nostri boschi (7,5 milioni di metri cubi). Il programma persegue due obiettivi principali: - convincere i consumatori dei pregi del legname, al fine di promuoverne in maniera mirata la vendita; - rafforzare l'economia forestale e del legno, segnatamente migliorando la collaborazione all'interno della catena di produzione, dal bosco al consumatore. Il programma di promozione Legno 21 è un progetto comune della Confederazione, dell'economia del legno, degli istituti universitari e delle associazioni ambientaliste; esso viene finanziato dalla Confederazione. Legno 21 è un progetto che si estenderà sull'arco dei prossimi dieci anni; sino al 2003 verranno infatti stanziati 15 milioni di franchi, ossia cinque milioni l'anno. Legno 21 è il programma che succede a "Legno 2000" (1997-2000), promosso con l'obiettivo di sensibilizzare la popolazione con progetti che segnalassero i numerosi pregi del legname svizzero. Le tematiche al centro del programma di promozione Legno 21 sono: - migliorare l'immagine del legno e incrementarne la vendita mediante misure di comunicazione mirate; - armonizzare la produzione, la lavorazione e la vendita del legname promuovendo i circuiti settoriali regionali; - ottimizzare le prestazioni e l'orientamento al mercato degli imprenditori attivi nell'economia forestale e del legno; - ampliare il mercato sostenendo innovazioni tecniche (ad esempio nel settore della sicurezza antincendio); - realizzare progetti che possono essere presi a modello. Secondo i risultati dell'inchiesta, promossa dal secondo Inventario Forestale Nazionale, nel bosco svizzero la crescita del legname è superiore alla sua utilizzazione. Nessun Paese europeo dispone di cos" ampie riserve di legname per ettaro. Ciò contraddice il principio della sostenibilità. Il legname è la nostra materia prima e la fonte energetica rinnovabile più importante; esso possiede inoltre notevoli vantaggi ecologici, soprattutto grazie alla sua neutralità dal profilo delle emissioni di CO2. Sono soprattutto i boschi di protezione che necessitano cure e vanno rinnovati, affinché possano esercitare le loro funzioni. Acquistare legname svizzero significa contribuire a curare i boschi. Il programma Legno 21 è stato lanciato ufficialmente martedì 8 maggio 2001 a Berna, nell'ambito del Congresso di Lignum. Nel suo discorso, Hans Werder, segretario generale dell'ATEC, ha sottolineato i grossi pregi ecologici del legno che ne rendono impossibile la sostituzione (neutrale dal profilo delle emissioni di CO2, produzione di materia prima decentralizzata con centri di lavorazione per lo più vicini, ottimo sotto l'aspetto della riutilizzazione e smaltimento poco problematico): "Il legno è il materiale del XXI secolo." Possiamo notare con soddisfazione che tale tendenza è già in atto. Infatti la richiesta di legname sul mercato sta progressivamente aumentando. Il programma di promozione Legno 21 rafforzerà le innovazioni tecniche, in primo luogo il miglioramento della sicurezza in caso di incendi, e permetterà di utilizzare appieno il potenziale del legno, non ancora sfruttato a sufficienza, nell'ambito della costruzione di case a più piani e di infrastrutture. ots Originaltext: UFAFP Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Andrea Semadeni, Direttore federale supplente delle foreste, Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAFP), tel. il mattino: +41 31 324 77 82; il pomeriggio: +41 79 687 11 80 Christoph Starck, direzione del programma Legno 21, mobile +41 79 290 02 58 Michael Meuter, responsabile della comunicazione, Lignum - Conferenza svizzera dell'economia del legno, mobile +41 79 469 82 17 Allegato Relazione (in lingua tedesca) del dott. Hans Werder, segretario generale ATEC: Holz - nachhaltiger Rohstoff als volkswirtschaftliche Chance

Ces informations peuvent également vous intéresser: