Office fédéral de la communication

L'UFCOM giudica le finestre pubblicitarie straniere inopportune

    Bienne (ots) - L'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) ritiene che la prevista diffusione di una finestra pubblicitaria svizzera da parte dell'emittente televisiva francese M6 sia inopportuna dal punto di vista della politica sui media.

    L'emittente televisiva francese M6 ha comunicato di essere stata autorizzata dall'autorità francese competente, il Conseil Supérieur de L'Audiovisuel (CSA), a diffondere una finestra pubblicitaria svizzera. Il 5 settembre 2001, il direttore dell'UFCOM si è incontrato con il presidente del CSA a Parigi, cogliendo l'occasione per esporre la sua posizione in merito alle previste finestre pubblicitarie svizzere. La Svizzera ritiene inopportune dal punto di vista della politica sui media le finestre pubblicitarie diffuse su programmi esteri e rivolte al pubblico svizzero. Infatti, a causa delle finestre pubblicitarie già esistenti su canali televisivi tedeschi ,il sistema mediatico svizzero viene ogni anno privato di introiti pubblicitari per circa 107 milioni di franchi.

    Il CSA ha assicurato all'UFCOM, che rilascerà alle emittenti francesi la necessaria autorizzazione solamente se la Svizzera si dichiara d'accordo con le finestre pubblicitarie. Il nostro Paese si opporrà tuttavia fermamente a questo progetto. Se necessario l'UFCOM ordinerà agli esercenti di reti via cavo d'interrompere la ridiffusione del programma.

ots Originaltext: UFCOM
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Frédéric Riehl, Vicedirettore UFCOM,
Tel. +41 32 327 54 54



Plus de communiques: Office fédéral de la communication

Ces informations peuvent également vous intéresser: