Office fédéral de l'énergie

Ordinanza sugli impianti elettrici a bassa tensione

laresponsabilità dei controlli spetta ai proprietari Berna (ots) - Il Consiglio federale ha approvato la nuova ordinanza sugli impianti elettrici a bassa tensione (OIBT), che sostituisce le norme del 1989 e adegua la responsabilità del controllo degli impianti alle nuove condizioni quadro dell'approvvigionamento elettrico. La nuova ordinanza entrerà in vigore il 1° gennaio 2002. Gli impianti elettrici a bassa tensione devono essere controllati la prima volta al momento della loro realizzazione e successivamente ad intervalli regolari. La responsabilità di questi controlli spetta d'ora in poi al proprietario, al quale l'azienda di approvvigionamento (il gestore della rete), chiederà di presentare un rapporto di sicurezza. Questo documento dovrà comprovare che la realizzazione e la manutenzione dell'impianto sono conformi alle regole riconosciute dalla tecnica. A questo scopo il proprietario dovrà incaricare uno specialista di fiducia di svolgere il controllo e la riparazione del suo impianto. Una volta che questi avrà confermato il buono stato dell'impianto, potrà consegnare il rapporto di sicurezza al gestore della rete. In futuro il gestore e l'Ispettorato federale degli impianti a corrente forte verificheranno che i proprietari si curino di far effettuare i controlli e solo in casi eccezionali li svolgeranno loro stessi. La novità dell'ordinanza consiste nel fatto che la responsabilità dei controlli degli impianti spetta in prima persona ai loro proprietari. Questi ultimi, infatti, non potranno più attendersi controlli da parte dei gestori, ma dovranno loro stessi assumerne l'iniziativa. D'altro canto, essi potranno contare sull'assistenza di controllori elettricisti, che saranno a loro disposizione in qualità di specialisti della sicurezza nel settore elettrico. Il testo dell'ordinanza è pubblicato sul sito dell'UFE (http://www.energie-schweiz.ch) ots Originaltext: Ufficio federale dell'energia Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: ATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa Werner Gander Ufficio federale dell'energia Tel. +41 31 322 56 27

Ces informations peuvent également vous intéresser: