Office fédéral des transports

In vigore l'ordinanza concernente il risanamento fonico delle ferrovie

Berna (ots) - Il Consiglio federale ha fissato al 15 dicembre 2001 la data per l'entrata in vigore dell'ordinanza concernente il risanamento fonico delle ferrovie. Vengono così emanate le disposizioni d'esecuzione della relativa legge federale, in vigore dal 1° ottobre 2000. Il programma prevede misure quali il risanamento del materiale rotabile, la costruzione di pareti antirumore e l'installazione di finestre isolanti. Il risanamento fonico costerà 1,85 miliardi di franchi e dovrà essere compiuto entro il 2015. I vagoni passeggeri saranno dotati di un nuovo tipo di ceppi frenanti grazie ai quali si ridurrà il rumore di corsa. Dal 2004 è previsto il risanamento dei carri merci. Entro il 2015 dovranno essere costruite le pareti antirumore o installate le finestre fonoisolanti; queste ultime saranno impiegate nei casi in cui le altre misure non sarebbero proporzionate o sufficienti. Le pareti antirumore devono essere alte, di norma, due metri dal bordo superiore della rotaia. Si è rinunciato a fissare un'altezza massima, accogliendo così la richiesta degli organismi interpellati durante la consultazione (Cantoni, partiti politici, ferrovie, associazioni e altre organizzazioni). Il Consiglio federale ha inoltre approvato il piano delle emissioni, stilato in base alle previsioni di traffico per l'anno 2015. Da esso si rileva la misura dell'inquinamento fonico sulle singole tratte ferroviarie. I corridoi di transito del San Gottardo e del Lötschberg provocano il maggiore rumore, a causa dell'intenso traffico merci soprattutto nelle ore notturne. Per questo motivo le misure di risanamento dovranno essere realizzate inizialmente lungo questi corridoi di transito, per poi proseguire anche lungo le altre tratte ferroviarie gravate dal rumore. L'Ufficio federale dei trasporti, che è il principale responsabile per il risanamento fonico, effettuerà un monitoraggio lungo le tratte ferroviarie per verificare i risultati. Si potrà così tenere l'andamento del traffico e del rumore sotto costante osservazione, per poi fare un confronto con i dati di base. ots Originaltext: UFT Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: ATEC Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni; Servizio stampa e informazioni; Ufficio federale dei trasporti, Comunicazione, Tel. +41 31 322 36 43.

Ces informations peuvent également vous intéresser: