Office vétérinaire fédéral

Tavola rotonda a Berna sull'ESB

Berna (ots) - I tre Uffici federali della sanità pubblica, dell'agricoltura e di veterinaria hanno invitato le cerchie interessate ad uno scambio di informazioni sull'ESB. Temi prioritari sono stati l'attuale situazione dell'ESB in Svizzera nonché il vaglio delle misure e delle conoscenze scientifiche acquisite. Obiettivi indiscussi di tutta la lotta contro l'ESB restano l'eradicazione dell'epizoozia e la prevenzione della trasmissione della malattia all'uomo. L'impulso a questa tavola rotonda è stato dato alla fine dell'anno scorso dall'Alleanza agricola (Agrarallianz) che ha indirizzato all'UFV una proposta in tal senso. All'origine dell'iniziativa, i recenti casi di ESB segnatamente in animali nati dopo il 1998. Durante la prima parte delle discussioni, gli uffici federali hanno illustrato l'attuale situazione dell'ESB in Svizzera e le misure adottate per eradicarla ponendo altresì l'accento sulla costante regressione di questa epizoozia nel nostro Paese. La statistica annuale dei casi di ESB nel 2001 indica in effetti che i casi clinici e i casi scoperti nel quadro del programma ufficiale di sorveglianza sono in diminuzione: essi sono passati da 33 nel 2000 a 29 nel 2001. Ma il 2001 è anche stato l'anno in cui, per la prima volta, circa 140'000 vacche condotte normalmente al macello sono state sottoposte a un test volontario dell‘ESB il quale ha rilevato 13 casi positivi. Questo spiega l'aumento del numero assoluto dei casi di ESB che è passato da 33 nel 2000 a 42 nel 2001. La «tavola rotonda» si è altresì occupata delle misure adottate nel settore degli alimenti per animali, delle indennità per i costi supplementari derivanti dall'eliminazione delle farine animali e dei controlli delle derrate alimentari. È stata l'occasione per sottolineare nuovamente l'importanza che non vengano tollerate neppure tracce minime di farine animali negli alimenti per animali se si intende perseguire in modo coerente l'obiettivo dell'eradicazione dell'ESB. Dal contagio al momento in cui si manifesta la malattia trascorrono in media dai quattro ai sei anni, con la conseguenza che il successo di un qualsiasi provvedimento può essere giudicato solo al termine di questo periodo. Bisognerà dunque attendere fino al 2005 per sapere se il divieto totale delle farine animali entrato in vigore il 1° gennaio 2001 rappresenta il passo decisivo verso l'eradicazione dell'ESB. ots Originaltext: Ufficio federale di veterinaria Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Ufficio federale della sanità pubblica media e comunicazione Tel. +41 031 322 95 05 Ufficio federale dell‘agricoltura Jürg Jordi, responsabile della comunicazione Tel. +41 31 322 81 28 Ufficio federale di veterinaria Hans Wyss, responsabile della comunicazione Tel. +41 31 323 84 96

Ces informations peuvent également vous intéresser: