Office fédéral de l'agriculture

Azione risorse genetiche nell'agricoltura

Berna (ots) - L'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) ha stabilito i capisaldi della seconda fase del piano nazionale d'azione (PNA) per la conservazione e la gestione sostenibile delle risorse fitogenetiche per l'alimentazione e l'agricoltura. Nel prossimo quadriennio l'accento sarà posto sulla realizzazione di progetti di conservazione di singole colture nonché su attività nell'ambito delle pubbliche relazioni. Con la realizzazione del PNA, l'UFAG fornisce un notevole contributo al piano mondiale d'azione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO). Le risorse fitogenetiche per l'alimentazione e l'agricoltura rappresentano la base naturale della sicurezza alimentare. Esse rivestono un significato vitale per l'essere umano. Grazie alla sua collocazione geografica e allo sviluppo storico-culturale che l'ha caratterizzata, la Svizzera dispone di un serbatoio genetico unico. In Svizzera il piano mondiale d'azione della FAO, varato nel 1996, viene concretizzato nel quadro del PNA. Il PNA integra i provvedimenti di politica agricola esistenti e gli sforzi profusi nel settore della biodiversità. Nella fase pilota quadriennale e in stretta collaborazione con la Commissione svizzera per la conservazione delle piante coltivate (SKEK), dal 1999 sono state approntate le strutture necessarie per la realizzazione del PNA. L'inventariazione delle piante coltivate e delle piante utili è proceduta in modo ottimale e il progetto ha riscontrato una notevole eco. Mediante la seconda fase del PNA (2003-2006) ci si prefigge di raggiungere il medesimo stato di inventariazione, conservazione e documentazione per tutte le piante coltivate e le piante utili. I progetti di conservazione già elaborati verranno realizzati con assoluta priorità. Si intende inoltre sensibilizzare maggiormente la popolazione sull'importanza della biodiversità, fornendole indicazioni più esaurienti sulla coltivazione, la valorizzazione e le caratteristiche delle piante coltivate e delle piante utili nonché sui vantaggi della biodiversità in ambito agricolo. Nel prossimo quadriennio l'UFAG parteciperà al finanziamento del programma con un importo di 10 milioni di franchi circa. I moduli per la notifica di progetti possono essere richiesti alla sede della SKEK, componendo lo 022 363 47 01 oppure inviando un messaggio all'indirizzo di posta elettronica: beate.schierscher-viret@rac.admin.ch ots Originaltext: UFAG Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Hans-Jörg Lehmann Capo Servizio di stato maggiore Ecologia tel. +41/31/322'26'28 Ufficio federale dell'agricoltura Servizio della stampa e dell'informazione

Ces informations peuvent également vous intéresser: