Office fédéral de l'agriculture

Ulteriore sviluppo della politica agricola a favore di un'agricoltura durevole e sostenibile

Berna (ots) - In data odierna il Consiglio federale ha licenziato il messaggio concernente l'ulteriore sviluppo della politica agricola (Politica agricola 2007). In questo ambito vengono proposte modifiche a sei leggi federali e un decreto federale concernente i mezzi finanziari a favore dell'agricoltura nel periodo 2004-2007. La soppressione del contingentamento lattiero, la vendita all'asta dei contingenti doganali per le importazioni di carne e il nuovo credito quadro sono i punti cardine del pacchetto, che entrerà in vigore il 1o gennaio 2004. Con il pacchetto Politica agricola 2007, il Consiglio federale prosegue il cammino di riforma intrapreso negli anni '90. I provvedimenti di politica agricola vengono ottimizzati alla luce delle sfide all'orizzonte. A tale scopo occorrono condizioni quadro favorevoli ad un'agricoltura durevole e sostenibile. Gli adeguamenti proposti sono stati concepiti nell'interesse di un settore agricolo produttivo, di un'alimentazione di alta qualità e sicura così come di uno sviluppo ecologicamente sostenibile. Al Parlamento è stato presentato un concetto globale per il graduale smantellamento del contingentamento lattiero: a partire dal 1o maggio 2005, saranno liberati dal vincolo statale della limitazione della produzione i produttori biologici e coloro che sono membri di organizzazioni con un sistema di gestione dei quantitativi già funzionale, il 1o maggio 2006, sarà il turno dei produttori nella regione di montagna e d'estivazione ed infine, il 1o maggio 2007, sarà la volta degli altri produttori lattieri. Con questa proposta si mira a rafforzare la competitività, a ridurre i costi di produzione e ad ampliare il margine di manovra del settore lattiero. I contingenti doganali di bestiame da macello e di carne, attualmente assegnati in gran parte sulla base di una prestazione all'interno del Paese, a partire dal 2007 verranno totalmente venduti all'asta. La nuova regolamentazione delle importazioni di carne è economicamente valida, in quanto più rispettosa della concorrenza e più trasparente. I ricavi dell'asta consentono alla Confederazione di cofinanziare i costi di smaltimento degli scarti di carne per prevenire il diffondersi dell'ESB. Oltre alle modifiche di legge, al Parlamento è stato sottoposto il credito quadro per il periodo 2004-2007 pari complessivamente a 14,092 miliardi di franchi. Rispetto a quello per il periodo 2000-2003, la maggior spesa ammonta nominalmente a 63 milioni di franchi (+ 0,45 per cento). A seguito del freno all'indebitamento, l'importo è inferiore di 288 milioni di franchi a quanto riportato nel rapporto inviato in consultazione nel settembre 2001. Grazie al nuovo credito quadro la prevedibilità finanziaria della politica agricola per le parti interessate è garantita. ots Originaltext: Ufficio federale dell'agricoltura Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Ufficio federale dell'agricoltura, Sezione Informazione Jürg Jordi Tel. +41 / 31 / 322 81 28

Ces informations peuvent également vous intéresser: