Office fédéral de l'agriculture

La qualità delle superfici di compensazione ecologica va migliorata

Ordinanza sulla qualità ecologica Berna (ots) - La Confederazione promuoverà in misura maggiore i provvedimenti regionali volti a migliorare qualitativamente le superfici di compensazione ecologica. L'ordinanza sulla qualità ecologica, varata oggi dal Consiglio federale, prevede inoltre incentivi supplementari per l'impianto mirato di superfici di compensazione ecologica come prati sfruttati in modo estensivo, siepi o alberi ad alto fusto su terreni agricoli. Con l'ordinanza sulla qualità ecologica, che entra in vigore il 1o maggio 2001, la Confederazione intensifica il suo impegno in vista della conservazione efficace della biodiversità naturale. I provvedimenti regionali volti a migliorare la qualità delle superfici di compensazione ecologica e a promuoverne l'impianto mirato su terreni a vocazione agricola beneficeranno di un sostegno finanziario più consistente. Aumenterà la responsabilità delle regioni visto che sono incaricate di formulare obiettivi e programmi specifici. La nuova ordinanza è una risposta alla critica suffragata scientificamente secondo la quale una parte delle superfici di compensazione ecologica presenta una qualità insufficiente e non contribuisce a un'interconnessione adeguata. L'ordinanza completa le attuali possibilità di promovimento previste dall'ordinanza sui pagamenti diretti all'agricoltura e dalla legge sulla protezione della natura e del paesaggio. I Cantoni sono tenuti a stabilire le loro esigenze in materia di qualità e di interconnessione e a prendere a proprio carico una quota del 10 fino al 30 per cento dei contributi in funzione della loro capacità finanziaria. Con l'introduzione di esigenze minime la Confederazione si limita a fissare il quadro della promozione. In tal modo essa dà seguito alla richieste di tenere maggiormente in considerazione le esigenze regionali nell'ambito della politica agricola. La partecipazione degli agricoltori ai provvedimenti è facoltativa. Le aliquote di contributo previste dall'ordinanza sui pagamenti diretti per l'attuale programma di compensazione ecologica non subiranno alcuna riduzione. Rimangono invariati anche gli oneri per i gestori. ots Originaltext: UFAG Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Ufficio federale dell'agricoltura, Sezione Pagamenti diretti ecologici, Christophe Darbellay, tel. +41 31 323 45 32; Hans Ulrich Gujer, tel. +41 31 322 25 04

Ces informations peuvent également vous intéresser: