Office fédéral de l'agriculture

Contingentamento lattiero: aumentata la quantità imputabile

Berna (ots) - Nell'anno lattiero 2000/01 è possibile imputare sull'anno lattiero successivo le quantità di latte fornite in eccedenza di oltre 5'000 chilogrammi, invece di pagare la tassa. Ciò consente di ridurre la pressione per i produttori lattieri a vendere le loro vacche. Attualmente le vacche in eccesso possono venir vendute soltanto a condizioni poco vantaggiose a causa della crisi dell'ESB. La presenza di questi animali nell'azienda comporta un incremento del volume di produzione. Numerosi produttori non hanno purtroppo potuto acquistare o prendere in affitto il necessario quantitativo supplementare di contingente per l'anno lattiero in corso. Chiunque superi il contingente, è autorizzato a riportare quale fornitura sull'anno lattiero successivo la quantità eccedente, al massimo tuttavia 5'000 chilogrammi. Tale principio è sancito nell'ordinanza sul contingentamento lattiero (OCL). Essa prevede inoltre una disposizione derogatoria secondo la quale è consentito imputare sull'anno lattiero successivo l'intera quantità di latte fornita in eccedenza, ossia anche un quantitativo di oltre 5'000 chilogrammi, se è impossibile vendere il bestiame da reddito a causa di un'epizoozia. Per tali motivi, l'Ufficio federale dell'agricoltura ha invitato i Servizi d'amministrazione (federazioni lattiere) ad applicare la deroga citata (art. 16 cpv. 4 OCL) per l'anno lattiero 2000/01 a tutti i produttori che ne fanno richiesta. Chiunque abbia superato di oltre 5'000 chilogrammi il contingente assegnatogli per l'anno lattiero in corso, può chiedere al competente Servizio d'amministrazione di imputare l'intera quantità di latte fornita in eccedenza sull'anno lattiero 2001/02, invece di pagare la tassa. La richiesta dev'essere inoltrata per scritto al Servizio d'amministrazione entro fine aprile 2001. ots Originaltext: UFAG Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Andreas Galler, Capo della Sezione Contingentamento lattiero tel. +41 31 322 26 35 Ufficio federale dell'agricoltura Servizio della stampa e dell'informazione

Ces informations peuvent également vous intéresser: