Secrétariat d'Etat à l'économie

Promovimento del turismo da parte della Confederazione: apertura della procedura di consultazione

Berna (ots) - Nella seduta del 9 gennaio 2002 il Consiglio federale ha deciso di aprire la procedura di consultazione concernente un rapporto sul turismo e un programma finalizzato al miglioramento delle strutture e della qualità dell'offerta del turismo svizzero nel periodo 2003-2007. Gli elementi essenziali del progetto sono la revisione della legge per il promovimento del credito all'industria alberghiera e alle stazioni climatiche e il prolungamento del decreto federale concernente la promozione dell'innovazione e della collaborazione nel turismo. Nel rapporto commissionato dalle Camere, il Consiglio federale parte dal presupposto che il potenziale di crescita del turismo svizzero è intatto malgrado la forte concorrenza estera con la quale è confrontato. Il rinnovato vigore che anima attualmente il settore turistico dovrebbe essere messo a frutto dall'economia in modo da rinnovare l'offerta esistente, aumentare la redditività e migliorare la produttività dell'industria alberghiera. Nella misura in cui gli strumenti di promovimento di cui dispone la Confederazione lo consentono, il Consiglio federale è disposto a sostenere le riforme strutturali necessarie sulla base dell'apposito programma sul turismo per il periodo 2003-2007. In questo modo, esso tiene debitamente conto del fatto che numerose regioni del nostro Paese sono economicamente dipendenti dal turismo. La legge federale sul credito all'industria alberghiera e alle stazioni climatiche deve essere adeguata alle nuove regole del mercato del credito affinché l'organo al quale è affidata la sua esecuzione, ovvero la Società Svizzera di Credito Alberghiero (SCA), possa tornare ad essere efficace. È previsto in effetti di sanare l'attuale portafoglio della società e di migliorare la struttura del capitale delle imprese con buone prospettive di guadagno. In questo modo, al termine del programma della Confederazione, la SCA dovrebbe essere in grado di rifinanziarsi attingendo al mercato dei capitali e ai contributi provenienti da partner del settore e da istituti finanziari. Per la sua ristrutturazione, la SCA ha bisogno di un prestito unico della Confederazione di 100 milioni di franchi sull'arco dei prossimi cinque anni. Il decreto federale concernente la promozione dell'innovazione e della collaborazione nel turismo (InnoTour), che negli ultimi anni ha fortemente contribuito all'introduzione di nuovi prodotti turistici e di nuovi canali di distribuzione nonché al miglioramento delle strutture, deve essere prorogato di cinque anni. Questo strumento, il cui obiettivo è sostenere la collaborazione fra imprese e rami del settore, deve essere dotato di 25 milioni di franchi. ots Originaltext: seco Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Peter Keller, seco, Turismo, tel. +41/31/322'27'52

Ces informations peuvent également vous intéresser: