Admin. féd. des contributions

Regolamentazione fiscale delle opzioni di dipendenti: avvio in estate della procedura di consultazione

    Berna (ots) - Nell'ambito dell'imposizione delle opzioni di dipendenti, le decisioni che vanno prese solo in una fase successiva non devono essere pregiudicate da manovre precipitose. Nell'estate del 2002 il Consiglio federale porrà dunque in consultazione il rapporto di un gruppo di lavoro misto concernente la questione della regolamentazione fiscale delle opzioni di dipendenti. Esso propone quindi di trasformare in postulato la mozione del consigliere agli Stati Rolf Schweiger (PLR/ZG). Schweiger aveva invitato il Consiglio federale a presentare una semplificazione della regolamentazione fiscale concernente le opzioni di dipendenti.

    Nella sua mozione Schweiger aveva chiesto di semplificare l'imposizione delle opzioni di dipendenti, analogamente alla proposta del rapporto di un gruppo di lavoro misto presentato nel mese di dicembre del 200. Le semplificazioni devono tener conto della specificità delle imprese start up ma anche poter essere applicate in modo soddisfacente a tutti i tipi d'impresa.

    Nel suo parere il Consiglio federale afferma che il Dipartimento federale delle finanze (DFF) è stato incaricato di concepire il trattamento fiscale delle opzioni di dipendenti distribuite dalle nuove PMI (piccole e medie imprese) aggiornando la circolare vigente del 1997 in modo da promuovere la piazza economica Svizzera. Nel corso di una seduta del comitato della Conferenza fiscale svizzera tenutasi alla fine del 2000, tutti i rappresentanti delle amministrazioni cantonali delle contribuzioni avrebbero però respinto questa rapida soluzione. Il motivo principale risiederebbe nel fatto che una soluzione separata per le opzioni di dipendenti di imprese start up avrebbe comportato una disparità di trattamento rispetto alle opzioni di dipendenti delle altre imprese. È stata pertanto chiesta una soluzione normativa valida per tutte le opzioni di dipendenti.

    Sulla base di questa decisione, nella primavera del 2001, il DFF ha incaricato un gruppo di lavoro misto di elaborare varianti per un disciplinamento concernente l'imposizione delle opzioni nonché di proporre una soluzione. Nel frattempo il rapporto del gruppo di lavoro, costituito da rappresentanti dell'economia (compresa la consulenza fiscale), delle autorità federali e delle amministrazioni fiscali cantonali, è stato allestito. Esso presenta un chiaro piano globale e formula proposte di modifica della legge federale sull'imposta federale diretta nonché della legge federale sull'armonizzazione delle imposte dirette dei Cantoni e dei Comuni. Inoltre preconizza l'emanazione di un'ordinanza del Consiglio federale concernente l'imposizione delle azioni e delle opzioni di dipendenti.

    Opzioni di dipendenti

    Grazie a questo tipo di opzioni i dipendenti detengono diritti di partecipazione della loro impresa. La ditta versa una parte dello stipendio sotto forma di opzioni. In tal modo può disporre di maggiore liquidità, ciò che per le giovani imprese, le cosiddette start up, costituisce un indubbio vantaggio. Per i dipendenti le opzioni rappresentano un diritto all'acquisizione di diritti di partecipazione dell'impresa che emette le opzioni o di un'impresa a essa vicina. Le opzioni di dipendenti sono pertanto un elemento costitutivo dello stipendio e devono quindi essere assoggettate quale reddito presso il beneficiario. Il Governo ritiene discriminatorio tassare differentemente i dipendenti di imprese start up da quelli impiegati in aziende di lunga data.

    Il Consiglio federale intende porre in consultazione il rapporto del gruppo di lavoro già nell'estate del 2002 affinché tutte le cerchie interessate abbiano la possibilità di prendere posizione al riguardo. Non appena disporrà dei risultati della consultazione, esso si pronuncerà sulla procedura ulteriore e presenterà un messaggio alle Camere federali.

    Per non pregiudicare i risultati della procedura di consultazione ed evitare manovre precipitose, il Consiglio federale propone di trasformare la mozione in postulato.

ots Originaltext: AFC
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Peter Stebler
Amministrazione federale delle contribuzioni
Tel. +41/(0)31/322'74'07

Dipartimento federale delle finanze
Comunicazione
CH-3003 Berna
Tel. +41/31/322'60'33
Fax  +41/31/323'38'52
mailto: info@gs-efd.admin.ch
Internet: http://www.dff.admin.ch



Plus de communiques: Admin. féd. des contributions

Ces informations peuvent également vous intéresser: