Inst. féd. Propriété Intellectuelle

Nuova legge sul design: una protezione ancora più efficace per i creatori di design

    Berna (ots) - Il 1° luglio 2002 entra in vigore la nuova legge sul design grazie alla quale i designer potranno proteggere efficacemente le proprie creazioni da imitatori ed usurpatori, depositandole presso l'Istituto federale della proprietà intellettuale (IPI).

    Forme insolite, materiali innovativi o superfici trasformate da un tocco originale - i creatori indipendenti così come le divisioni Design delle imprese investono tempo, know how e creatività per accrescere le probabilità di successo dei propri prodotti sul mercato. Quanto sopra vale per i beni di consumo più semplici, come la posateria, per i prodotti più complessi, quali impianti di produzione, o ancora per il design che si nasconde spesso nel dettaglio: nel quadrante dell'orologio o nella fantasia della stoffa per i rivestimenti interni di un'autovettura.

    Iscrizione nel registro dei design: una procedura rapida e snella

    Per poter usufruire della protezione, il design deve essere nuovo e contraddistinguersi in misura sufficiente da altre forme esistenti. In tal caso, esso può essere depositato presso l'Istituto federale della proprietà intellettuale con una procedura semplice, rapida e senza intralci burocratici. Basta compilare la richiesta di registrazione, allegare una raffigurazione ed inviare il tutto all'IPI. Una volta versato l'emolumento previsto, l'Istituto provvede ad iscrivere il diritto di protezione nel registro dei design. Il titolare del diritto di design può vietare a terzi la produzione e la vendita di prodotti aventi design identici o simili per un periodo massimo di 25 anni. Tale diritto può anche essere invocato in tribunale.

    Una revisione completa per facilitare la protezione transfrontaliera

    La nuova legge sul design prende in considerazione gli sviluppi economici e giuridici a livello nazionale ed internazionale, ed è chiamata a sostituire l'ormai ultracentenaria legge sui disegni e modelli industriali. In tal modo, la Svizzera può ratificare l'ultima versione dell'Accordo dell'Aia per il deposito internazionale dei disegni e modelli industriali (Atto di Ginevra). Tale accordo internazionale sulla registrazione permette, con un'unica domanda presso l'Ufficio internazionale dell'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale a Ginevra, di ottenere la protezione del proprio design in tutti gli Stati contraenti. In un mondo all'insegna della globalizzazione, caratterizzato da mercati strettamente collegati tra loro, tale disciplina è destinata ad assumere un'importanza sempre maggiore per i designer.

ots Originaltext: IPI
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Beat Schiesser
responsabile di servizio del design
Tel. +41/31/322'48'50



Plus de communiques: Inst. féd. Propriété Intellectuelle

Ces informations peuvent également vous intéresser: