Office fédéral des réfugiés

Bilancio nel settore dell'asilo

Berna (ots) - Parallelamente all'elaborazione delle proposte nell'ambito della revisione della legge, le autorità federali, in stretta collaborazione con i Cantoni, hanno già adottato una serie di misure. Nell'ambito del ritorno - la creazione della Divisione Rimpatrio in seno all'Ufficio federale dei rifugiati; - i lavori nell'ambito del gruppo di progetto Passagier 2. Le raccomandazioni ivi elaborate concernenti il rinvio sotto scorta hanno potuto essere presentate alla conferenza della CDCGP tenutasi questa primavera. L'attuazione di tali raccomandazioni è ora avviata sia dal DFGP sia dai Cantoni conformemente alle singole responsabilità. - l'apertura del nuovo servizio swissREPAT all'aeroporto di Zurigo alla fine di agosto 2001. Questo servizio organizza, su mandato dei Cantoni, sia il ritorno volontario sia l'esecuzione forzata degli allontanamenti. - la realizzazione di diversi programmi di aiuto al ritorno, che sono concepiti come incentivo per il ritorno volontario dei richiedenti l'asilo respinti. Nell'ambito della procedura - Procedure più brevi, semplici e uniformi. Pertanto, a partire dal 1° agosto 2002 ciascuno dei quattro centri di registrazione sarà potenziato con una sezione di procedura: l'obiettivo è un trattamento accelerato di quelle domande per le quali una rapida registrazione e un trattamento immediato riducono la durata complessiva della procedura. In tal modo è possibile ridurre il dispendio e i costi e, a seconda delle possibilità, eseguire gli allontanamenti direttamente dal centro di registrazione. Nell'ambito della collaborazione internazionale - sono state chiaramente intensificate le relazioni e la collaborazione internazionali, anche in base agli sviluppi nell'UE. - all'UFR la negoziazione di accordi di riammissione e di transito con importanti Stati d'origine e di transito è prioritaria dato che l'operare in modo coerente nell'ambito del ritorno accresce la credibilità. In passato è stata conclusa con successo una serie di tali accordi, in particolari con i Paesi limitrofi o con gli Stati successori della ex Jugoslavia: Repubblica federale di Jugoslavia, Bosnia ed Erzegovina e Macedonia. Va altresì menzionato lo scambio di note per un ritorno controllato nello Sri Lanka. - attualmente è in corso un dialogo in materia di migrazione con i più importanti Stati d'origine dell'Africa occidentale. Sono tuttavia negoziazioni impegnative il cui esito è previsto sul lungo termine. ots Originaltext: UFR Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Brigitte Hauser-Süess Servizio d'informazione UFR Tel. +41/31/325'93'50 Dominique Boillat Servizio d'informazione UFR Tel. +41/31/325'98'80

Ces informations peuvent également vous intéresser: