Ministère public de la Confédération

Il Progetto Efficienza in vigore da 100 giorni: Impegnate le autorità federali di perseguimento penale

Ben avviato il potenziamento del perseguimento penale da parte della Confederazione

    Berna (ots) - Il 1° gennaio 2002 sono entrate in vigore le «misure per migliorare l'efficienza e le caratteristiche dello Stato nella lotta contro la criminalità», il cosiddetto Progetto Efficienza. Con esso le autorità federali di perseguimento penale e la Polizia della Confederazione hanno acquisito nuove competenze procedurali per lottare contro la criminalità transfrontaliera organizzata (CO), il riciclaggio di denaro, la corruzione e la criminalità economica. Il Procuratore generale della Confederazione Valentin Roschacher come anche Jean-Luc Vez, direttore dell'Ufficio federale di polizia (UFP) e Paul Tschümperlin, segretario generale del Tribunale federale hanno riferito martedì in merito alle prime esperienze con le nuove competenze federali e alla situazione dell'ampliamento e del potenziamento delle autorità federali di perseguimento penale e della Polizia della Confederazione, fornendo le prime cifre.

    Come confermato dal Procuratore generale della Confederazione Valentin Roschacher di fronte ai media, la lotta contro le più gravi forme di criminalità internazionale ha avuto un inizio positivo e la realizzazione del Progetto Efficienza è sulla buona via. I necessari lavori di ampliamento e potenziamento, segnatamente il reclutamento di nuovi collaboratori, hanno potuto essere realizzati puntualmente secondo lo scadenzario. Le nuove strutture si rivelano efficaci e anche i collaboratori neoassunti sono molto motivati per quanto concene il loro intervento. Secondo il parere della Confederazione anche la collaborazione con i Cantoni ha avuto un buon inizio.

    Sviluppo del numero dei casi

    Nel piano di attuazione del Progetto Efficienza si parlava di 34 procedure ingenti e complesse durante l'anno 2002. Dal 1° gennaio 2002, il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto complessivamente nel nuovo ambito delle competenze, 38 procedure d'inchiesta proprie, di cui 16 sono da designare come molto complesse secondo gli attuali criteri di qualificazione. Come esempio concreto, il Procuratore generale della Confederazione Roschacher ha citato due casi importanti i cui riferimenti internazionali conducono in Russia (caso Aeroflot),l'uno, e nella cerchia dell'ex-presidente jugoslavo Milosevic, l'altro. Tuttavia non ha fornito ulteriori particolari in quanto si tratta di indagini di polizia giudiziaria altamente sensibili. Inoltre il Ministero pubblico della Confederazione è attivo anche nel campo dell'esecuzione dell'assistenza giudiziaria internazionale. Dal 1° gennaio 2002, il MPC ha aperto nel settore dell'assistenza giudiziaria 12 nuovi casi, in parte complessi, dei quali la metà rileva dei reati contemplati dal Progetto Efficienza. Ne risulta che il numero dei casi trattati durante i primi tre mesi è tendenzialmente superiore a quanto ritenuto nella pianificazione. Dal 1° gennaio 2002, nell'ambito classico delle sue competenze in materia di perseguimento penale, il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) conduce, in stretta collaborazione con la Polizia giudiziaria federale (PGF), 10 nuove indagini incentrate su delitti commessi da funzionari o con esplosivi.

    Stato dei reclutamenti del personale

    I necessari reclutamenti di personale presso il MPC, l'UFP e l'Ufficio dei giudici istruttori federali (UGIF) sono iniziati puntualmente e pragmaticamente (vedi allegati) e continu uffici decentralizzati eranno durante l'anno corrente con riguardo alla pianificazione posta alla base della realizzazione del Progetto Efficienza: l'ampliamento e il potenziamento del personale e dell'infrastruttura saranno adeguatamente corretti qualora la casistica risulti meno o più ingente di quanto previsto. Come sempre nel reclutamento saranno considerate le diverse regioni al fine di tener conto del carattere nazionale del Progetto Efficienza e per mantenere il reclutamento del personale federale entro limiti sopportabili per i Cantoni.

    Ubicazioni a lungo e medio termine nonché uffici decentralizzati

    Nel luglio 2001 il Consiglio federale scelse Berna come ubicazione a lungo termine delle autorità federali di perseguimento penale. È prevista una nuova grande costruzione a Berna-Zollikofen. A contare dal 2007 in questa sede saranno riuniti come unità indipendenti il Ministero pubblico della Confederazione, l'Ufficio federale di polizia e l'Ufficio dei giudici istruttori federali. Fino ad allora le autorità federali di perseguimento penale e la Polizia della Confederazione lavoreranno in diversi uffici provvisori siti a Berna e nei suoi dintorni. Attualmente il Ministero pubblico della Confederazione si trova a Muri, presso Berna, e tornerà alla sua sede originaria alla Taubenstrasse di Berna nel corso dell'anno prossimo. Nel contempo, l'Ufficio di polizia si collocherà per un periodo provvisorio assai lungo a Berna Est. Per la decentralizzazione delle autorità federali di perseguimento penale e della Polizia della Confederazione è prevista l'istituzione di uffici decentralizzati in Romandia, in Ticino e nella regione di Zurigo. Il primo di questi uffici decentralizzati sarà pronto nel secondo semestre del 2003, il secondo entro la fine del 2003 e il terzo durante il 2004.

ots Originaltext: Ministero pubblico della Confederazione MPC
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Hansjürg Mark Wiedmer
Capo informazione Ministero pubblico della Confederazione
Tel. +41/31/324'32'40
E-Mail info@ba.admin.ch



Plus de communiques: Ministère public de la Confédération

Ces informations peuvent également vous intéresser: