Ministère public de la Confédération

Indiscrezioni Esercito XXI

Il MPC sospende la procedura contro ignoti Berna (ots) - Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha sospeso una procedura avviata il 29.12.2000 nei confronti di ignoti, impiegati presso la Confederazione, in seguito alla pubblicazione di informazioni confidenziali nel contesto di "Esercito XXI". La procedura parziale avviata nel medesimo contesto contro un collaboratore della "Aargauer Zeitung" è stata trasmessa alle autorità del Canton Argovia per ulteriore trattamento; la procedura parziale contro un collaboratore del "Blick" è invece stata sospesa. Il 15.12.2000 sono apparsi nel contesto di un affare del Consiglio federale relativo all'"Esercito XXI" diversi resoconti nell'"Aargauer Zeitung", nei quali figuravano brani citati da un rapporto confidenziale del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS). Il 16.12.2000 il "Blick" pubblicò a sua volta informazioni nel contesto del medesimo affare. Il 28.12.2000 su incarico del Consiglio federale, la Cancelliera federale interpose presso il Ministero pubblico della Confederazione una denuncia penale contro ignoti, impiegati presso la Confederazione, per indiscrezioni a fini precisi. Il Ministero pubblico della Confederazione avviò, il 29.12.2000, una procedura d'indagine di polizia giudiziaria contro ignoti, impiegati presso la Confederazione, per violazioni del segreto d'ufficio (art. 320 CP) e contro un collaboratore dell'"Aargauer Zeitung" e del "Blick" riguardo al sospetto di pubblicazione di deliberazioni ufficiali segrete (art. 293 CP). In seguito, il Ministero pubblico della Confederazione avviò nel DDPS inchieste di ampia portata. Queste ultime non sortirono tuttavia indicazioni concrete circa gli autori delle indiscrezioni, dato che - come è risultato dalle inchieste - molte persone avevano accesso nel periodo in questione alle informazioni confidenziali. La procedura contro ignoti è quindi stata sospesa per scarse probabilità di esiti positivi dell'inchiesta. Anche l'inchiesta contro il collaboratore del "Blick" stata sospesa - senza audizione -, poiché è stato accertato che il suo resoconto conteneva informazioni già pubblicate in precedenza. La procedura giusta l'articolo 293 CP concernente le pubblicazioni nell'"Aargauer Zeitung" è stata trasmessa il 14.5.2001 alle autorità del Canton Argovia per ulteriore istruzione e giudizio. ots Originaltext: MPC Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Hansjürg Mark Wiedmer, portavoce Ministero pubblico della Confederazione, tel. +41 31 322 81 69

Ces informations peuvent également vous intéresser: