Office fédéral de la justice

Moderato allentamento della Lex Koller

Il Consiglio federale apre la consultazione della revisione relativa

    Berna (ots) - L'acquisto di quote di una società immobiliare quotata in borsa da parte di persone all'estero non sarà più subordinato ad autorizzazione. È quanto prevede una revisione della legge federale sull'acquisto di fondi da parte di persone all'estero (Lex Koller), revisione che il Consiglio federale ha inviato in consultazione mercoledì.

    Attualmente l'acquisto di quote di un fondo d'investimento immobiliare da parte di persone all'estero non soggiace ad autorizzazione purché i certificati di partecipazione siano negoziati regolarmente sul mercato. Non è di principio autorizzato, per contro, l'acquisto di quote di una società immobiliare stricto sensu (società operante nel settore degli immobili abitativi). La revisione della legge si propone di equiparare in linea di massima l'acquisto di quote di società immobiliari a quello di quote di fondi d'investimento immobiliare.

    Il progetto di legge prevede di esentare dall'obbligo di autorizzazione l'acquisto di quote di una società immobiliare stricto sensu da parte di persone all'estero, a patto che tali partecipazioni siano quotate in una borsa in Svizzera.

    Limite della superficie abitabile netta portato a 200 m2

    A fianco di altre modifiche della Lex Koller, il Consiglio federale propone di portare da 100 a 200 m2 il limite della superficie abitabile netta previsto dall'ordinanza d'esecuzione. Ciò permette di tenere conto delle esigenze degli stranieri meglio di quanto non faccia la legge vigente.  

ots Originaltext: UFG
Internet: www.newsaktuell.ch

Contact:
Jürg Schumacher
Ufficio federale di giustizia
Tel. +41/31/322'41'32



Plus de communiques: Office fédéral de la justice

Ces informations peuvent également vous intéresser: