Office fédéral de la justice

I registri dello stato civile vengono informatizzati
Il CF approva la base legale

    Berna (ots) - Gli attuali registri cartacei dello stato civile vengono informatizzati. La Confederazione mette in rete le autorità dello stato civile e crea una banca dati centrale "Infostar" (registro dello stato civile informatizzato). Per istituire la base legale necessaria per tale progetto, mercoledì il Consiglio federale ha licenziato il messaggio per la modifica del Codice civile svizzero (CC).

    Attualmente i quasi 1750 uffici svizzeri dello stato civile tengono con mezzi tradizionali nel rispettivo luogo dell'evento quattro registri speciali riguardanti nascita, matrimonio, morte e riconoscimento dei figli. Inoltre nel luogo di attinenza tengono il registro delle famiglie, in cui raccolgono gli eventi di stato civile e registrano modifiche della cittadinanza. L'informatizzazione prevista non modifica le competenze nello stato civile: gli attuali registri cartacei vengono sostituiti dalla banca dati centrale "Infostar" gestita dalla Confederazione per conto dei Cantoni. I dati vengono riiscritti elettronicamente, ma sempre esclusivamente dalle autorità dello stato civile. Le funzioni dei registri precedenti sono essenzialmente mantenute; tuttavia il registro delle famiglie viene sostituito da un registro personale dello stato civile.

    Evitare i doppioni

    La prevista informatizzazione consente di evitare doppioni ed eliminare le fonti d'errore. Con l'iscrizione dei dati nei registri speciali nel luogo dell'evento, i registri dello stato civile interessati vengono aggiornati automaticamente nel luogo di attinenza evitando così dispendiose comunicazioni e la ripetizione dell'iscrizione nel luogo di attinenza. A partire dalla primavera del 2002, i Cantoni e gli uffici dello stato civile saranno progressivamente collegati a Infostar; dalla metà del 2003 la banca dati funzionerà completamente.

    La Confederazione contribuisce con un aiuto iniziale di 2,5 milioni CHF alla metà dei costi d'investimento. I Cantoni si assumono l'altra metà dei costi d'investimento e costi annui di circa 2 milioni CHF. A lungo termine - non appena il rilevamento retroattivo di vecchi dati sarà a buon punto - potranno contare su risparmi dell'ordine di grandezza di 10 milioni CHF l'anno. Prima di emanare importanti disposizioni d'esecuzione la Confederazione sente i Cantoni. Questi ultimi possono inoltre contribuire alla gestione e allo sviluppo futuro del sistema informatico.

    Diritti d'accesso disciplinati in modo chiaro

    Il Consiglio federale provvede alla protezione della personalità e dei diritti fondamentali delle persone sulle quali sono elaborati dati in "Infostar". Il CC disciplina in particolare quali autorità al di fuori dello stato civile, che sono confrontate con rapidi svolgimenti delle procedure, possono accedere online ai dati delle persone: le autorità di rilascio conformemente alla legge federale sui documenti d'identità dei cittadini svizzeri nonché i servizi federali che sono competenti per la tenuta del sistema informatizzato di ricerca (Ripol) e del casellario giudiziale informatizzato (Vostra) nonché per le ricerche di persone scomparse.

ots Originaltext: Ufficio federale di giustizia
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Rolf Reinhard, Ufficio federale di giustizia,
tel. +41 31 322 53 48



Plus de communiques: Office fédéral de la justice

Ces informations peuvent également vous intéresser: