Office féd. de la statistique

Cifre d'affari del commercio al dettaglio nell'aprile 2002

Nuovo aumento delle cifre d'affari     Neuchâtel (ots) - Secondo i risultati provvisori pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST), nell'aprile 2002 le cifre d'affari nominali del commercio al dettaglio hanno registrato un incremento del 3,6 per cento, rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, ciò che in termini reali (al netto dell'inflazione) corrisponde ad un incremento del 4,3 per cento. Nel marzo 2002, le cifre d'affari si sono attestate al livello dell'anno precedente, mentre nell'aprile 2001 hanno registrato un calo dell'1,1 per cento. Come nel mese precedente, l'andamento delle cifre d'affari è stato contraddistinto da un differente numero di giorni di vendita: nel mese di aprile vi sono stati infatti due giorni di vendita in più rispetto all'aprile dell'anno precedente. A parità di giorni di vendita è risultato un calo del fatturato del 4,7 per cento in termini nominali e del 4 per cento in termini reali.

    I risultati sono stati influenzati anche dal fatto che quest'anno gli acquisti pasquali sono avvenuti nel mese di marzo e non in aprile come l'anno precedente. Paragonando i fatturati di marzo/aprile 2002 con quelli di marzo/aprile 2001, si osserva che a parità di giorni di vendita le cifre d'affari sono aumentate complessivamente dell'1,8 per cento in termini nominali e del 2,6 per cento in termini reali.

    Andamento prevalentemente positivo delle cifre d'affari nei gruppi di merci...

    L'andamento delle cifre d'affari nei tre gruppi principali è risultato differente. Il gruppo «alimentari, bevande, tabacco e articoli per fumatori» ha registrato un calo dell'1,3 per cento, mentre il gruppo «abbigliamento, calzature» è progredito del 4,8 per cento. Anche il totale degli «altri gruppi» è risultato in crescita (+5,3%).

    Un forte incremento è stato registrato dal gruppo «autoveicoli» (+8,6%). Come già osservato dall'inizio dell'anno, anche nel mese in rassegna i gruppi «fai da te, tempo libero» (+7,9%) e «salute, cure del corpo, cosmetici» (+7%) hanno conseguito un netto aumento del fatturato. Sono invece scese la cifre d'affari dei gruppi «alimentari» (-2,7%), «elettronica per il tempo libero e l'ufficio» (-2,5%) e «carburanti, combustibili» (-2,2%).

    ... e dei rami economici

    Come per i gruppi di merci, anche per la maggior parte dei rami economici l'andamento delle cifre d'affari è stato positivo. Oltre al persistente aumento nel commercio al dettaglio di prodotti farmaceutici, medicali e di cosmetici (+6,4%), va menzionata anche la progressione del commercio per corrispondenza (+3,1%) e, anche se più modesta, del commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati (+2,8%). Il fatturato è invece sceso nella riparazione di beni personali e per la casa (-2,3%) e nel commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco (-0,9%).     Risultati in base alla dimensione dell'impresa

    L'evoluzione delle cifre d'affari in base alla dimensione dell'impresa conferma la crescita nel commercio al dettaglio. Con un aumento del 5,8 e del 4,2 per cento, sia le imprese medie (15 a 45 posti a tempo pieno) che piccole (meno di 15 posti a tempo pieno) hanno registrato un positivo andamento degli affari: un'evoluzione ulteriormente rafforzata dall'incremento del 2,7 per cento conseguito dalle grandi imprese.

    Cifre d'affari in rialzo nei primi quattro mesi dell'anno in corso

    Nel complesso, nel periodo da gennaio ad aprile 2002, le cifre d'affari nominali cumulate sono aumentate del 2,4 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A questo risultato hanno contribuito tutti i gruppi principali: «alimentari, bevande, tabacco e articoli per fumatori» (+3,1%), «abbigliamento, calzature» (+3,9%) e «altri gruppi» (+1,9%).

    In termini reali, nei primi quattro mesi di quest'anno le cifre d'affari del commercio al dettaglio in generale sono aumentate del 3,1 per cento.

    Per giorno di vendita sono stati rilevati incrementi del 2,2 per
cento in termini nominali e del 2,9 per cento in termini reali.

ots Originaltext: UST
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA
Servizio informazioni

Fabia Ndiaye-Laini
UST
Sezione prezzi e consumo
tel. +41/32/713'61'69

Hans-Peter Herrmann
UST
Sezione prezzi e consumo
tel. +41/32/713'68'33

Internet: http://www.statistica.admin.ch



Plus de communiques: Office féd. de la statistique

Ces informations peuvent également vous intéresser: