Office féd. de la statistique

Tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella scuola

    Neuchâtel (ots) - Scuola dell'obbligo: computer molto diffusi ma ancora poco utilizza

    Tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella scuola dell'obbligo svizzera

    Scuola dell'obbligo: computer molto diffusi ma ancora poco utilizzati

    Per la stragrande maggioranza delle scuole i computer fanno parte dell'attrezzatura di base: infatti l'82% di tutte le scuole pubbliche dispone di computer per gli allievi. Le scuole elementari che dispongono di computer sono il 73 per cento e le scuole secondarie sfiorano il 100 per cento. Tuttavia il computer non viene usato regolarmente nell'insegnamento: a scuola solo il 19 per cento degli allievi utilizza il computer più volte alla settimana. Questi sono i primi risultati emersi da una rilevazione effettuata dall'IWS, Institut für interdisziplinäre Wirtschafts- und Sozialforschung (istituto di ricerche socioeconomiche) della Fachhochschule Solothurn Nordwestschweiz (scuola universitaria professionale) su mandato dell'Ufficio federale di statistica (UST).

    Computer in netto aumento

    Le scuole dell'obbligo svizzere possiedono globalmente circa 59'000 computer che possono essere utilizzati dagli allievi (stato fine del 2001). L'82 per cento di tutti gli istituti scolastici (scuola elementare e scuola di grado secondario I) dispone pertanto di computer destinati agli allievi. Sono dotate di computer il 73 per cento delle scuole elementari e quasi la totalità delle scuole di grado secondario I. Nel 1989, la quota di scuole di grado secondario I attrezzate di computer destinati agli allievi era di appena il 37 per cento.

    Da uno a due computer per classe

    Nelle scuole pubbliche svizzere ogni classe è dotata in media di 1,5 computer. Nelle scuole elementari vi è in media un computer per sedici allievi e nelle scuole di grado secondario I uno per nove allievi. Con una tale concentrazione di computer la Svizzera risulta in ottima posizione nella classifica internazionale degli indicatori dell'OCSE al riguardo. Ad es. in Canada nel 1998/1999 a condividere un computer erano in media undici allievi di scuola elementare e nove di scuole di grado secondario I ed in Finlandia sedici allievi della scuola elementare, ovvero circa lo stesso numero rilevato in Svizzera nel 2001. Nettamente peggiore invece la posizione di altri Paesi per quanto riguarda la scuola elementare: in Olanda (27 allievi per 1 computer) ed in Italia (158 allievi per un computer). Confrontando queste cifre occorre tuttavia considerare che nel frattempo la densità di computer nelle scuole è probabilmente migliorata anche negli altri Paesi.

    Il computer non è ancora usato regolarmente nell'insegnamento

    Il 19 per cento degli allievi dal 5° al 9° anno scolastico dichiara di usare il computer a scuola più volte alla settimana. Al di fuori della scuola, per la giovane generazione il computer è tuttavia uno strumento molto usato: a casa il 70 per cento degli allievi dal 5° al 9° anno scolastico utilizza il computer più volte alla settimana e perlopiù per giocare.

    Gli insegnanti acquisiscono sempre più esperienza con l'impiego dei computer a scopi didattici: l'80 per cento degli insegnanti di grado secondario I ed il 55 per cento di quelli di scuola elementare ha già utilizzato il computer a scopi didattici. Tuttavia il computer viene impiegato ancora di rado durante le lezioni e soltanto per utilizzazioni specifiche. Gli insegnanti di scuola elementare ricorrono al computer soprattutto per utilizzare software didattici: a tale scopo il 18 per cento degli insegnanti di scuola elementare usa il computer più volte alla settimana. Per la scuola di grado secondario I il trattamento testi è il tipo di utilizzazione più diffusa per le lezioni, anche se soltanto il 9 per cento degli insegnanti se ne serve più volte alla settimana.

    Oltre la metà dei computer per gli allievi è collegata a Internet

    Complessivamente il 55 per cento dei computer per gli allievi dispone di un accesso a Internet. Nella scuola elementare i computer con accesso ad Internet sono il 36 per cento e nella scuola di grado secondario I l'accesso è possibile dal 68 per cento dei computer.

    Nei prossimi tre anni la quota di scuole collegate a Internet aumenterà notevolmente. Entro la fine del 2004, le scuole elementari dotate di computer per allievi con allacciamento a Internet dovrebbero essere circa l'86 per cento, mentre per le scuole di grado secondario I questo tasso dovrebbe superare il 99 per cento.

    Computer: approccio positivo degli insegnanti che guardano però con occhio critico le proprie conoscenze informatiche, in particolare le donne

    Gli insegnanti hanno in genere un atteggiamento positivo rispetto all'uso didattico del computer: il 64 per cento degli insegnanti ritiene infatti che l'impiego dei computer sia importante e la maggioranza degli insegnanti di scuola elementare è favorevole all'introduzione dei computer nell'insegnamento già dal 1° anno scolastico. Nel contempo, il corpo insegnante valuta però in maniera critica le proprie conoscenze d'informatica, che considera in gran parte circoscritte al trattamento testi. Circa l'80 per cento degli insegnanti ritiene che le proprie conoscenze in questo ambito siano da buone a ottime. Per quanto riguarda ad es. le conoscenze metodologiche e didattiche per l'impiego dei computer nelle lezioni, gli insegnanti ritengono invece di disporre di una preparazione che valutano da media a limitata.

    In tutti gli ambiti oggetto dell'indagine (dall'utilizzo dei software didattici e di Internet fino all'installazione di hardware e software) le insegnanti hanno dato alle proprie conoscenze informatiche un giudizio nettamente peggiore rispetto ai loro colleghi. Le insegnanti di scuola di grado secondario I e di scuola elementare hanno espresso valutazioni analoghe sulle proprie competenze.

ots Originaltext: UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA
Internet: www.newsaktuell.ch

Contact:
Maja Huber, UST, Sezione università e scienza,
tel. +41 32 713 61 49
e-mail: Maja.Huber@bfs.admin.ch

Ordinazioni:
tel. +41 32 713 60 60
fax  +41 32 713 60 61
e-mail: Ruedi.Jost@bfs.admin.ch

Nuove pubblicazioni:

Actualités OFS, Les technologies de l'information et de la
communication dans la scolarité obligatoire en Suisse,
Neuchâtel, maggio 2002, numero di ordinazione: 514 - 0100.

Niederer, R., Greiwe, S., Pakoci, D. und Aegerter, V. (verrà
pubblicato nella 2a metà del 2002). ICT-Situation an den
Volksschulen in der Schweiz. Schlussbericht. Neuchâtel: BFS.

Huber, M., Cosandey, F., Täube, V. G., Arvanitis, S.,
Bonfadelli, H., Bütschi, D., Hollenstein, H., Marr, M.,
Perret, J.-F., Sabo, M. und Trechsel, A. H. (verrà
pubblicato nella 2a metà del 2002). La société de
l'information en Suisse: état des lieux et perspectives.
Neuchâtel: OFS, GSR, OFCOM.

Gli indicatori della società dell'informazione sono
presentati sul sito dell'Ufficio federale di statistica
all'indirizzo: http://www.infosociety-stat.admin.ch



Plus de communiques: Office féd. de la statistique

Ces informations peuvent également vous intéresser: