Office féd. de la statistique

Nuove previsioni relative alle scuole universitarie - Università: verso la parità tra uomo e donna

    Neuchâtel (ots) - Secondo le previsioni dell'Ufficio federale di statistica (UST), il numero degli studenti universitari in Svizzera dovrebbe aumentare fino a raggiungere le 113'000 unità nel 2010 (99'600 nel 2001). Nei campi di studio di competenza federale delle scuole universitarie professionali (SUP), il numero di studenti di livello diploma dovrebbe aumentare fino ad attestarsi a 26'000 iscritti nel 2010 (19'300 nel 2001).

    Il numero totale dei diplomi rilasciati in informatica, dopo un apprendistato o dopo studi di grado terziario, dovrebbe aggirarsi attorno alle 6'000 unità nel 2010 (2150 nel 2000). L'Ufficio federale di statistica (UST) presenta nuove previsioni sul numero di studenti e diplomati presso le università svizzere e nel campo delle tecnologie dell'informatica e della comunicazione. Tali previsioni, contenute in uno studio cofinanziato dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione, dall'Ufficio federale dell'educazione e della scienza e dall'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia, si basano su una modellizzazione simultanea di tutti i gradi di formazione. Ad eccezione delle tecnologie dell'informatica e della comunicazione (ICT), lo scenario considerato è di tipo «status quo» e presuppone pertanto una costanza dei fattori che incidono sul flusso nel sistema di formazione.

    Aumento degli iscritti nelle università grazie alle donne e alle doppie annate di maturità

    Per quanto riguarda gli iscritti delle università, l'avvenimento fondamentale dell'inizio del decennio è certamente costituito dalle doppie annate di maturità. In seguito a questa nuova situazione, gli studenti universitari dovrebbero aumentare considerevolmente a partire dal 2001 per raggiungere le 89'000 unità nei corsi di diploma a partire dal 2005 (109'000 se si considera il livello postdiploma). Successivamente, la progressione dovrebbe rallentare notevolmente. Complessivamente, l'incremento degli studenti universitari dovrebbe essere riconducibile principalmente agli effetti demografici e all'aumento della percentuale di studentesse iscritte in un ateneo. Stando alle previsioni, nel 2010 si dovrebbero contare complessivamente 113'000 iscritti (96'700 nel 2000; 99'600 nel 2001: +17% tra il 2000 e il 2010), e 11'000 nuovi diplomati (9450 nel 2000: +17% tra il 2000 e il 2010).

    Nelle università, le scienze umane e sociali dovrebbero proseguire la crescita, per poi raggruppare nel 2010 il 41 per cento degli studenti di livello diploma, ciò che costituirebbe una progressione del 27% del numero di studenti in queste discipline tra il 2000 e il 2010. Altro settore in forte crescita, anche le scienze economiche registrerebbero un incremento del 27 per cento nello stesso periodo. Il numero di diplomi rilasciati in questi due settori progredirebbe in parallelo del 24 e del 38 per cento. In medicina, in considerazione del numerus clausus, dovrebbero diminuire sia gli studenti (-7%) che i diplomi (-19%).

    Entro il 2010, le donne dovrebbero costituire il vero elemento trainante della crescita degli studenti universitari e contribuire per l'84 per cento all'incremento totale. A prescindere dai gradi di formazione universitaria, la parità dovrebbe essere raggiunta a partire dal 2006 per gli studenti e verso il 2009 per gli esami di diploma. Anche tra i titolari di un dottorato la proporzione femminile aumenterebbe sostanzialmente (dal 35% al 40%) e risulterebbe quindi quasi doppia rispetto al 1990.

    Dopo il notevole calo osservato tra il 1994 e il 1997, il numero di studenti di livello diploma con un certificato d'ammissione straniero dovrebbe progredire e raggiungere le 11'900 unità nel 2010. Essi rappresenterebbero allora il 13 per cento dell'insieme degli studenti (12% nel 2000): una proporzione inferiore a quella osservata all'inizio degli anni Novanta (14%).

    In considerazione delle doppie annate di maturità nel 2001-2002, negli anni 2006-2010 si dovrebbe registrare un numero particolarmente elevato di nuovi diplomati, per un totale di 2500-3000 diplomi in più.    

    SUP: progressione accelerata grazie alle tecnologie dell'informatica e della comunicazione

    Le previsioni dell'UST in questo settore si limitano ai campi di studio di competenza federale (scienze della costruzione, tecnica, chimica, agricoltura, economia e arti applicate) e ai corsi di diploma. Esse comprendono pertanto soltanto una parte degli studenti delle scuole universitarie professionali (SUP). Data la loro recente istituzione, le proiezioni riguardanti le SUP presentano maggiori incertezze rispetto a quelle relative alle università.

    Nei rami considerati, nel 2010 si registrerebbero circa 26'000 studenti SUP a livello diploma (17'831 nel 2000; 19'274 nel 2001) e 5500 nuovi diplomati.

    Oltre che agli effetti demografici, la crescita del 44 per cento del numero di iscritti tra il 2000 e il 2010 sarebbe da ricondurre ai campi di studio legati alle tecnologie dell'informatica e della comunicazione (ICT). Di conseguenza, sono i campi della tecnica e dell'economia che dovrebbero presentare i maggiori aumenti di studenti. Il numero di donne, pur rimanendo nettamente al di sotto di quello degli uomini, dovrebbe progredire leggermente per raggiungere il 24 per cento, contro l'attuale 20 per cento.

    Significativo incremento del numero di diplomati nelle tecnologie dell'informatica e della comunicazione

    A prescindere dal grado di formazione, il numero di diplomi rilasciati nel campo delle tecnologie dell'informatica e della comunicazione dovrebbe accrescersi fortemente nonostante un contesto economico attualmente poco propizio.

    Nell'insieme dei campi di studio di informatica (formazioni secondarie, terziarie non universitarie riconosciute dall'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia UFFT, e università) e sulla base del numero di persone attualmente in formazione, si prevede che nel 2004 vengano rilasciati complessivamente 4200 diplomi nei rami dell'informatica (contro i 2150 nel 2000). Tuttavia, il numero di diplomati in questo campo sarà più basso, dato che una persona può ottenere vari diplomi per diversi gradi di formazione.

    Stando alle proiezioni, nel 2010 dovrebbero essere attribuiti
circa 6000 diplomi - una cifra tuttavia molto incerta - nel campo
dell'informatica, e cioè:    

    - circa 2500 attestati federali di capacità (AFC) in informatica
        (391 nel 2000). Questa cifra dipende ampiamente dalla capacità
        delle aziende di fornire posti di tirocinio.

    - 1500 diplomi SUP in informatica e in informatica di gestione, a
        condizione che la proporzione di titolari di una maturità
        professionale che proseguono gli studi presso le SUP si mantenga
        nelle proporzioni attuali.

    - 700 diplomi nei rami ICT «tecnici» (informatica, informatica
        aziendale e sistemi di comunicazione) delle università (275 nel
        2000).

    - circa 1500 diplomi nelle formazioni di grado terziario non
        universitario riconosciute dall'UFFT (supponendo una
        costanza del numero di diplomi a partire dal 2003).

    Nei rami legati alle scienze della comunicazione saranno
rilasciati 450 diplomi (300 nelle università e 150 nelle SUP) contro
i 43 del 2000.

    La proporzione di donne in informatica dovrebbe restare nettamente
al di sotto di quella degli uomini.  Tuttavia, i massicci aumenti di
studentesse entranti in informatica tra il 2000 e il 2001 presso le
SUP (+40% contro -2% degli uomini) e le università (+36% contro +4%
per gli uomini) lasciano prevedere un parziale riequilibrio futuro.
Mentre gli uomini dovrebbero mantenere un'ampia supremazia nei
settori ICT «tecnici», le donne, che prevalgono nei rami legati alle
scienze della comunicazione sia nelle SUP che nelle università,
dovrebbero costituire i due terzi degli studenti nel 2010.

ots Originaltext: UST
Internet: http://www.newsaktuell.ch

Contatto:
UFFICIO FEDERALE DI STATISTICA
Servizio informazioni  

Jacques Babel
UST
Sezione università e scienza
tel. +41/32/713'63'81
mailto: jacques.babel@bfs.admin.ch

Per ordinazioni: tel. +41/32/713'60'60, fax +41/32/713'60'61,
mailto: Ruedi.Jost@bfs.admin.ch

Nuove pubblicazioni:

OFS, Formation dans les hautes écoles: prévisions jusqu'en 2010 -
Evolution prévue du nombre d'étudiants et de diplômés dans les hautes
écoles, notamment dans les technologies de l'information et de la
communication, Neuchâtel 2002, n. di ordinazione: 504-0200 (uscirà in
giugno)  

OFS, Formation dans les hautes écoles: prévisions jusqu'en 2010 -
Evolution prévue du nombre d'étudiants et de diplômés par haute
école, Neuchâtel 2002, n. di ordinazione: 504-0201 (uscirà in luglio)

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell'UST
all'indirizzo:  http://www.education-stat.admin.ch



Plus de communiques: Office féd. de la statistique

Ces informations peuvent également vous intéresser: