Office féd. de la statistique

Cifre d'affari del commercio al dettaglio nel febbraio 2002

Neuchâtel (ots) - Fatturato ancora in forte crescita: 3,1 per cento Secondo i risultati provvisori forniti dall'Ufficio federale di statistica (UST), nel febbraio 2002 le cifre d'affari nominali del commercio al dettaglio hanno registrato un incremento del 3,1 per cento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Ciò corrisponde ad un incremento del 3,8 per cento in termini reali, ossia al netto dell'inflazione. Nel gennaio 2002 le cifre d'affari avevano segnato un aumento del 3,3 per cento e nel febbraio 2001 un leggero calo dello 0,5 per cento. Poiché il numero dei giorni lavorativi del mese in rassegna è lo stesso del febbraio 2001, il calcolo delle cifre d'affari per giorno di vendita dà lo stesso risultato. Aumento del fatturato nella maggior parte dei gruppi di merci... Come nel mese precedente, tutti e tre i gruppi principali hanno contribuito all'andamento positivo delle cifre d'affari. Nel mese di febbraio, il gruppo «alimentari, bevande, tabacco e articoli per fumatori» ha avuto un incremento del 4,6 per cento, quello dell'«abbigliamento, calzature» dell'1,8 per cento. Nell'insieme degli «altri gruppi» la progressione è stata del 2,7 per cento. Un ottimo fatturato hanno registrato come già all'inizio dell'anno i beni di consumo durevoli, soprattutto «autoveicoli» (+8,6%), «cucina, economia domestica» (+8,5%) e «fai da te, tempo libero» (+3,9%). Continuano ad essere buone anche le cifre d'affari dei beni di consumo non durevoli. Ciò è stato riscontrato in particolare per i gruppi «alimentari» (+4,8%), «bevande» (+4,1%), «salute, cure del corpo e cosmetici» (+3,6%). Hanno invece conseguito cifre d'affari sensibilmente più basse il gruppo «carburanti, combustibili» (-13%), ma anche quello degli « effetti personali» (-7,5%), per i quali i venditori devono ancora attendere la ripresa. ... e dei rami economici Come per i gruppi di merci, anche per la maggior parte dei rami economici l'andamento delle cifre d'affari è stato positivo. I migliori risultati sono stati riscontrati nel commercio al dettaglio di beni di vario genere (+4,3%) e nel commercio al dettaglio in esercizi specializzati di prodotti farmaceutici e cosmetici (+3%). Sono state invece registrate diminuzioni nel commercio di oggetti di antiquariato e di seconda mano (-6,7%) nonché nel commercio al dettaglio in esercizi specializzati di prodotti alimentari, bevande, tabacco e articoli per fumatori (-1,4%). Risultati in base alla dimensione dell'impresa In base alla dimensione delle imprese, sia le grandi imprese (con più di 45 addetti) sia le piccole (meno di 15 addetti) hanno comunicato buoni risultati con un incremento rispettivamente del 4,3 e 2,7 per cento. Le medie imprese (da 15 a 45 addetti), invece, hanno dovuto registrare un calo dell'1 per cento. Aumento del fatturato nei primi due mesi del 2002 Rispetto al periodo corrispondente dell'anno precedente, le cifre d'affari nominali cumulate sono aumentate nei primi due mesi di quest'anno complessivamente del 3,2 per cento. Gli aumenti sono stati rispettivamente del 4,5 per cento per il gruppo «alimentari, bevande, tabacco e articoli per fumatori», del 3,7 per cento per il gruppo «abbigliamento, calzature» e del 2,6 per cento per gli «altri gruppi». In termini reali, le cifre d'affari cumulate sono aumentate del 3,8 per cento. Mentre il gruppo «alimentari, bevande, tabacco e articoli per fumatori» ha registrato un incremento dello 0,6 per cento, le cifre d'affari del gruppo «abbigliamento, calzature» hanno segnato un aumento del 10,5 per cento. Per il totale degli «altri gruppi» l'incremento è stato del 4,1 per cento. ots Originaltext: OFS Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Fabia Ndiaye-Laini UST, Sezione prezzi e consumo tel. +41 32 713 61 69 Hans-Peter Herrmann UST, Sezione prezzi e consumo tel. +41 32 713 68 33 Internet: www.statistica.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: