Office féd. de la statistique

Finanziamento pubblico del sistema formativo svizzero

Un franco su cinque destinato alla formazione Neuchâtel (ots) - Nel 1999, la Confederazione, i Cantoni e i Comuni hanno destinato 21,3 miliardi di franchi al sistema formativo: ovvero il 18 per cento delle spese pubbliche totali. Dopo una stagnazione durata vari anni, le spese reali per la formazione sono nuovamente aumentate di 0,6 punti percentuali rispetto all'anno precedente. E' quanto emerge dall'analisi delle spese pubbliche per la formazione realizzata dall'Ufficio federale di statistica (UST). Formazione: una delle principali voci del bilancio Dei 120 miliardi stanziati ogni anno dai poteri pubblici, 21,3 sono destinati alla formazione: una quota importante che continua però a diminuire e non costituisce ormai più la principale voce del bilancio pubblico. Essa è infatti passata dal 18,7 per cento nel 1990 al 17,9 per cento nel 1999. Due sono i fattori che spiegano questo calo: da un lato, il fatto che dal 1992 le spese per la formazione sono rimaste pressoché invariate e, dall'altro, il notevole aumento delle prestazioni di previdenza sociale. Le spese pubbliche destinate alla formazione costituiscono il 5,5 per cento del prodotto interno lordo (390 miliardi di franchi). Confederazione, Cantoni e Comuni: un impegno finanziario diverso In Svizzera, il finanziamento della formazione varia a seconda del livello della pubblica amministrazione. Dei 21,3 miliardi destinati complessivamente alla formazione, il 53 per cento è sostenuto dai Cantoni, il 34 per cento dai Comuni e il restante 12 per cento dalla Confederazione. Dal 1992 la progressione delle spese destinate alla formazione si è però notevolmente affievolita, modificando l'impegno finanziario dei diversi livelli della pubblica amministrazione. Le uscite dei Cantoni a tale riguardo risultano da allora stagnanti, mentre quelle dei Comuni sono in aumento dal 1995. I mezzi stanziati dalla Confederazione non seguono un andamento lineare. Allo Stato la scolarizzazione di un bambino costa 100'000 franchi Nel 1999, le spese d'esercizio per la scolarizzazione di un allievo nelle strutture pubbliche ammontavano a 5000 franchi all'anno per il grado prescolastico, a 10'000 franchi per la scuola elementare, a 14'000 franchi per il grado secondario I e a 20'000 per la maturità. Le spese d'esercizio per la durata totale della scolarità obbligatoria (nella maggior parte dei Cantoni 6 anni di scuola elementare e tre anni di grado secondario I) sono stimate attorno ai 100'000 franchi per allievo; a queste si aggiungono altri 70'000 franchi per la formazione necessaria all'ottenimento di una maturità (3,5 anni in media). Paragonando le stime delle spese cantonali per la scolarità obbligatoria di un allievo si ottiene una scala variabile da circa 78'800 a 127'000 franchi. Nella maggior parte dei Cantoni, tali spese si situano in una fascia compresa tra i 90'000 e i 100'000 franchi. I costi di scolarizzazione di un bambino risultano superiori a questo importo soltanto nei Cantoni di Ginevra, Basilea Città, Zurigo e Zugo, mentre sono inferiori a 90'000 franchi nei Cantoni rurali di Obvaldo, Turgovia e nei due Semicantoni di Appenzello. ots Originaltext: UST Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Katrin Mühlemann UST, Sezione formazione scolastica e professionale Tel. +41/32/713'67'32 E-mail katrin.muehlemann@bfs.admin.ch Michele Egloff UST, Sezione formazione scolastica e professionale Tel. +41/32/713'62'71 E-mail michele.egloff@bfs.admin.ch Ordinazioni: Tel. +41/32/713'60'60 Fax +41/32/713'60'61 E-mail: Ruedi.Jost@bfs.admin.ch Nuova pubblicazione: OFS, Dépenses publiques d'éducation - Indicateurs financiers 1999, Neuchâtel 2001, numero di ordinazione: 319-9900, prezzo: franchi 10.- Per altre informazioni si rimanda al sito Internet dell'UST all'indirizzo: http://www.statistica.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: