Office féd. de la statistique

Indice dei prezzi alla produzione e all'importazione nel novembre 2001

Prezzi ancora in diminuzione Neuchâtel (ots) - Nel novembre 2001, l'indice totale dei prezzi alla produzione e all'importazione calcolato dall'Ufficio federale di statistica (UST) è diminuito dello 0,5 per cento rispetto al mese precedente situandosi ad un livello di 95,9 punti (base maggio 1993 = 100). Il livello dei prezzi dell'offerta totale è sceso del 2,0 per cento rispetto all'anno precedente. Questa flessione è da attribuire, come nei mesi precedenti, al netto calo su base annua (-6,2%) dei prezzi dei prodotti importati, e in particolare dei metalli e dei prodotti petroliferi. Anche la rivalutazione estera del franco svizzero ha contribuito al contenimento dei prezzi. Per la prima volta dal 1999, i prezzi dei prodotti indigeni sono nuovamente scesi lievemente su base annua (-0,1%). Le ragioni di questo calo vanno attribuite alla congiuntura stagnante e alla diminuzione dei prezzi grazie a importazioni più vantaggiose. Calo dei prezzi dei beni indigeni Nel novembre 2001, l'indice dei prezzi alla produzione, calcolato dall'Ufficio federale di statistica (UST), ha attestato una flessione dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente. Il suo livello si situa a 95,8 punti (base maggio 1993 = 100). Il livello dei prezzi è risultato dello 0,1 per cento inferiore a quello dell'anno precedente. L'indice mostra l'andamento dei prezzi dei prodotti indigeni al momento in cui lasciano la fabbrica. I servizi non sono compresi. Rispetto al mese precedente, sono scesi i prezzi degli ortaggi, del latte crudo, dei tessili e della carta (materie prime cartacee incluse). Lo stesso vale per i prodotti petroliferi, i prodotti chimici, le materie plastiche come pure i metalli e prodotti in metallo. Sono invece risultati in aumento i prezzi dei vitelli da macello, dei prodotti di selvicoltura (legno grezzo), dei prodotti a base di tabacco, dei mattoni e tegole in terracotta e degli orologi. Forte calo dei prezzi all'importazione Nel novembre 2001, l'indice dei prezzi all'importazione calcolato dall'Ufficio federale di statistica è diminuito dell'1,2 per cento rispetto al mese precedente. Il suo livello si situa a 96,1 punti (base maggio 1993 = 100). Nel confronto su base annua si registra una flessione del 6,2 per cento. L'indice dei prezzi all'importazione viene rilevato in aggiunta ai prezzi alla produzione e mostra l'andamento dei prezzi di una selezione di prodotti sdoganati e franco frontiera. Rispetto al mese precedente sono diminuiti i prezzi del caffè, del cacao, dei tessili, del cuoio, della carta (materie prime cartacee incluse) e dei prodotti petroliferi. Sono scesi anche i prezzi dei metalli e prodotti in metallo, delle macchine per ufficio, dei sistemi informatici, degli apparecchi per la comunicazione e componenti elettronici nonché dei mobili. Sono invece rincarate in particolare le arance. I risultati principali figurano nelle tabelle e nei grafici allegati. Ordinazioni: tel. +41/32/713'60'60, Fax +41/32/713'60'61, E-Mail: Ruedi.Jost@bfs.admin.ch Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell'UST (in francese e tedesco) all'indirizzo: http://www.statistik.admin.ch ots Originaltext: UST Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Ufficio federale di statistica Servizio informazioni Andreas Fankhauser, UST Sezione prezzi e consumo Tel. +41/32/713'63'07 Hans Udry, UST Sezione prezzi e consumo Tel. +41/32/713'69'95

Ces informations peuvent également vous intéresser: