Office féd. de la statistique

Popolazione residente in Svizzera nel 2000

Crescita stabile della popolazione Neuchâtel (ots) - Nel 2000, la popolazione residente permanente in Svizzera è aumentata di circa 39'600 unità raggiungendo al 31 dicembre il totale di 7'204'100 persone. Secondo i calcoli definitivi dell'Ufficio federale di statistica (UST), il tasso di crescita dello 0,6% rilevato nel 2000 rimane invariato rispetto ai risultati del 1999. La crescita della popolazione rimane costante Alla fine del 2000, la popolazione residente permanente in Svizzera ha raggiunto la quota di 7'204'100 unità. Questa cifra comprende le persone di nazionalità svizzera, le persone di nazionalità straniera che risiedono annualmente o sono domiciliate in Svizzera e i funzionari internazionali. Non sono invece inclusi gli stagionali (media annua 2000: 22'400), i dimoranti temporanei (media annua 2000: 22'600) e i richiedenti l'asilo (fine 2000: 72'000). Il tasso di crescita dello 0,6 per cento rimane invariato rispetto all'anno precedente. L'incremento della popolazione residente permanente totale, pari a 39'600 persone (correzioni statistiche incluse) è dovuto principalmente all'eccedenza dell'immigrazione (immigrazioni meno emigrazioni) di 20'200 persone più un'eccedenza delle nascite (nascite meno decessi) di 15'900 unità. Saldo migratorio in leggera ascesa Nel 2000 sono stati rilevati un lieve incremento dell'immigrazione ed una flessione dell'emigrazione. Il saldo migratorio è pertanto aumentato passando da +16'150 persone nel 1999 a +20'200 nel 2000. Mentre il saldo migratorio dei cittadini Svizzeri è rimasto quasi invariato a -4700 (eccedenza delle emigrazioni), quello della popolazione residente straniera è aumentato da +20'900 a +24'900. Questo risultato è dovuto principalmente al miglioramento della situazione economica ed ai ricongiungimenti familiari. Eccedenza dei decessi della popolazione di nazionalità svizzera L'eccedenza delle nascite di 15'900 unità è rimasta invariata rispetto al 1999. Il numero dei decessi e delle nascite non ha presentato alcun cambiamento di rilievo. Ancora una volta nel 2000 sono stati registrati più decessi che nascite di cittadini svizzeri. Nonostante l'eccedenza dei decessi e delle emigrazioni, la popolazione di nazionalità svizzera è aumenta a causa delle naturalizzazioni (acquisizione della cittadinanza svizzera). Confermato l'incremento nelle zone urbane Alla fine del 2000 due terzi (67,6%, 4'872'000 persone) della popolazione residente permanente abitava in zone urbane, ovvero in Comuni appartenenti ad un'agglomerazione o che nel 1999 contavano almeno 10'000 abitanti. Di questi la metà (33,7%, 2'428'400 persone) viveva nelle agglomerazioni delle cinque maggiori città Zurigo, Basilea, Ginevra, Berna e Losanna. Nel 2000, le zone urbane hanno registrato un aumento di 32'400 persone (+0,7%) e le cinque grandi agglomerazioni un incremento di 18'700 persone (+0,8%). Nelle zone rurali invece la popolazione è aumentata soltanto di 7'200 persone (+0,3%) raggiungendo il livello di 2'332'100 unità. La tendenza ad una crescita più sostenuta nelle zone urbane ha confermato nel 2000 il risultato ottenuto nel 1999, in cui, per la prima volta dall'inizio della statistica ESPOP (statistica dello stato annuale della popolazione, iniziata nel 1981), la crescita relativa delle zone urbane era superiore a quella delle zone rurali. Nel periodo dal 1981 al 1998 le zone urbane hanno attestato soltanto una lieve crescita costante della popolazione, mentre i Comuni rurali registravano una crescita molto più sostenuta. La crescita limitata delle zone urbane era da ricondurre principalmente a perdite di popolazione dei Comuni-nucleo delle agglomerazioni. Nel 2000 le cinque maggiori città hanno acquisito complessivamente 2100 abitanti (+0,2%) e la popolazione delle cinture delle grandi agglomerazioni è aumentata di 16'700 persone (+1,1%). Evoluzione differenziata nei Cantoni Nel 2000, 11 Cantoni hanno presentato tassi di crescita superiori alla media svizzera dello 0,6%, con in testa i tre Cantoni di Zugo (+1,7%), Svitto (+1,5%) e Ginevra (+1,4%). Sei Cantoni hanno invece registrato un decremento della popolazione: fra questi figura il Canton Uri che attesta il calo più consistente -0,7% seguito dai Cantoni Basilea Città, Glarona e Appenzello interno(-0,4% ciascuno). Dalla fine del 1990 i Cantoni di Zugo (+17,7%), Svitto (+17,2%) e Friburgo (+14,4%) hanno registrato la crescita percentuale maggiore. Il saldo migratorio e l'eccedenza delle nascite hanno contribuito alla crescita della popolazione in proporzioni diverse. Nel periodo dal 1991 al 2000 il saldo migratorio nel Canton Ticino 81%, nel Canton Zugo 63% e nel Canton Friburgo 59% ha contribuito alla crescita complessiva, mentre nel Canton Appenzello Interno il saldo migratorio è stato praticamente nullo e l'eccedenza delle nascite da sola ha contribuito al 100% alla crescita della popolazione. Nei Cantoni Uri e Glarona l'eccedenza delle nascite ha addirittura compensato un saldo migratorio negativo (eccedenza di partenze). In tutti i Cantoni vi sono state più nascite che decessi (eccedenza delle nascite), ad eccezione dei Cantoni Basilea Città (eccedenza dei decessi e delle partenze). ots Originaltext: UFS Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Marc Reichle, UST, Sezione evoluzione della popolazione Tel. +41 32 713 67 86; e-mail: marc.reichle@bfs.admin.ch Nuove pubblicazioni: UST, Attualità statistica: "Statistique de l'état annuel de la population (ESPOP) - Résultats définitifs pour 2000" Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell'UST all'indirizzo http://www.statistique.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: