Office féd. de la statistique

Indice nazionale dei prezzi al consumo nel maggio 2001

Il rincaro annuo sale all'1,8 per cento Neuchâtel (ots) - Nel maggio 2001, l'indice nazionale dei prezzi al consumo, calcolato dall'Ufficio federale di statistica (UST), ha registrato un incremento dello 0,5 per cento rispetto al mese precedente, raggiungendo il livello di 101,8 punti (maggio 2000=100). Su base annua, il rincaro è risultato dell'1,8 per cento. Era stato dell'1,2 per cento nell'aprile 2001 e dell'1,6 nel maggio 2000. Nel mese in rassegna si è registrato il rincaro annuo più elevato dal novembre 2000, mese in cui aveva raggiunto quota 1,9 per cento. Aumento dei prezzi in tutti i gruppi rilevati Nel maggio 2001, l'incremento dell'indice nazionale è da attribuire alla progressione degli indici di tutti i gruppi rilevati nel mese in rassegna. Al riguardo si sono osservati aumenti stagionali degli indumenti e delle calzature e un notevole rincaro della benzina. Rispetto alle rilevazioni precedenti gli indici sono aumentati del 3,7 per cento per gli indumenti e le calzature, del 2,0 per cento per i trasporti, dello 0,5 per cento per gli altri beni e servizi, dello 0,4 per cento per l'abitazione e l'energia e dello 0,3 per cento per i prodotti alimentari e le bevande analcoliche. I prezzi dei sette rimanenti gruppi non sono stati rilevati nel mese in rassegna. Prezzi in ascesa sia per i beni indigeni che per quelli importati L'UST comunica inoltre che, rispetto al mese precedente, il livello dei prezzi secondo la provenienza dei beni è aumentato dello 0,3 per cento per i beni indigeni e dell'1,3 per cento per i beni importati, un aumento quest'ultimo, determinato dal forte rincaro del carburante. In un anno, i beni indigeni hanno registrato un rincaro medio dell'1,9 per cento e i beni importati dell'1,4 per cento. Evoluzione dei prezzi nei singoli gruppi nel maggio 2001 Nel gruppo indumenti e calzature il calo dei prezzi dovuto ai saldi di febbraio è stato pressoché compensato dai prezzi regolari dell'abbigliamento estivo e annuale. L'aumento dell'indice del gruppo trasporti è da attribuire all'incremento dei prezzi del carburante, che sono progrediti del 6,4 per cento rispetto al mese precedente e del 6,1 per cento nei confronti di un anno prima. L'aumento dell'indice del gruppo altri beni e servizi risulta dall'incremento dei prezzi degli articoli da toeletta, dei parrucchieri e delle fotocopie. La progressione dell'indice del gruppo abitazione ed energia è da attribuire all'incremento degli affitti, il cui indice è aumentato dello 0,7 per cento rispetto al febbraio 2001. Il livello nazionale degli affitti ha segnato un incremento del 3,2 per cento rispetto a dodici mesi prima. Sono inoltre aumentati i prezzi della manutenzione e la riparazione dell'abitazione. I prezzi dell'olio da riscaldamento sono invece scesi del 2,6 per cento rispetto al mese precedente, situandosi del 5,4 per cento al di sopra del livello dell'anno precedente. In seno al gruppo prodotti alimentari e bevande analcoliche sono rincarati la maggior parte della frutta e degli ortaggi, così come il pesce fresco, la carne suina e il burro. Sono invece diminuiti i prezzi della cioccolata, della carne bovina, dei salumi e delle banane. Concatenazione con precedenti serie dell'indice Collegando per via aritmetica le precedenti serie dell'indice con l'indice attuale, si ottengono per il mese di maggio 2001 indici di 108,0 punti sulla base maggio 1993=100, di 149,5 punti sulla base dicembre 1982 = 100, di 186,4 punti sulla base settembre 1977=100 e di 314,2 punti sulla base settembre 1966=100. ots Originaltext: UST Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Gilbert Vez, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 69 00 Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell'UST (in francese e in tedesco) all'indirizzo: http://www.statistik.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: