Office féd. de la statistique

(ots) Indice dei prezzi alla produzione e all´importazione nel settembre

Impennata del prezzo del petrolio - altrimenti evoluzione tranquill Neuchâtel (ots) - Nel settembre 2000, l´indice totale dei prezzi alla produzione e all´importazione calcolato dall´Ufficio federale di statistica (UST) è aumentato dello 0,7 per cento rispetto al mese precedente. Il netto balzo in avanti è dovuto al forte rialzo dei prezzi dei prodotti petroliferi, che ha fatto salire del 2,2 per cento rispetto al mese precedente l´indice dei prezzi all´importazione. Per contro, i prezzi dei beni indigeni sono cresciuti di appena lo 0,1 per cento. Rispetto al settembre 1999 il livello dei prezzi alla produzione e all´importazione è aumentato complessivamente del 2,8 per cento. Il rincaro annuo dei prodotti importati (8,2%) risulta ancora nettamente superiore a quello dei prodotti indigeni (0,5%). Prodotti indigeni: leggero movimento - rincaro annuo basso (+0,5%) Nel mese di settembre 2000, l´indice dei prezzi alla produzione calcolato dall´Ufficio federale di statistica è salito rispetto al mese precedente dello 0,1 per cento. Il suo livello segna ora 95,8 punti (base maggio 1993 = 100). Il rincaro annuo è sceso ulteriormente, portandosi allo 0,5 per cento, dopo che nel mese di maggio era ancora risultato dell´1,4 per cento. L´indice dei prezzi alla produzione misura l´evoluzione dei prezzi dei prodotti indigeni al momento in cui lasciano la fabbrica. I servizi non sono compresi. Risultati principali, settembre 2000IndiceVariazione in % rispetto a Rispetto al mese precedente, sono stati rilevati aumenti di prezzo per il latte crudo, i vitelli da macello, la carne bovina, i prodotti petroliferi, i metalli e i prodotti in metallo. Sono invece scesi i prezzi degli ortaggi, dei prodotti orticoli, dei bovini da macello, dei suini da macello e della carne suina. Prodotti importati: forte aumento dei prezzi - rincaro annuo elevato (+8,2%) Nel settembre 2000, l´indice dei prezzi all´importazione calcolato dall´Ufficio federale di statistica è salito del 2,2 per cento rispetto al mese precedente. Questo balzo in avanti è dovuto essenzialmente al forte rincaro dell´olio da riscaldamento (+37,1% rispetto all´agosto 2000) e del carburante (+7,2%). Il livello dell´indice dei prezzi all´importazione si situa a 102,5 punti (base maggio 1993 = 100). Nel giro di un anno, l´indice è cresciuto dell´8,2 per cento. Tale crescita è imputabile per circa la metà al rincaro dei prodotti petroliferi. L´indice dei prezzi all´importazione viene rilevato a complemento dell´indice dei prezzi alla produzione e mostra l´evoluzione dei prezzi di una selezione di prodotti importati e sdoganati franco frontiera. Rispetto al mese precedente sono stati rilevati aumenti di prezzo oltre che per i prodotti petroliferi (olio da riscaldamento e carburante) anche per il cotone grezzo, il cacao, il carbone, i prodotti piatti in acciaio, i metalli non ferrosi e prodotti relativi. Sono invece scesi i prezzi soprattutto del caffè, delle banane, dell´acciaio legato e dei tubi di acciaio. ots Originaltext: Ufficio federale di statistica Servizio informazioni Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Thomas Gross, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 69 94 o Hans Udry, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 69 95. Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell´UST all´indirizzo: http://www.statistik.admin.ch. [ 069 ]

Ces informations peuvent également vous intéresser: