Office fédéral de la culture

Approvati il rapporto di consultazione e il messaggio sulla ratifica della Convenzione UNESCO 1970 e la legge sul trasferimento dei beni culturali

    Berna (ots) - Il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della procedura di consultazione relativa a un disegno di legge federale sul trasferimento internazionale dei beni culturali (legge sul trasferimento dei beni culturali) ed ha approvato il messaggio sulla ratifica della Convenzione UNESCO 1970 e la legge sul trasferimento dei beni culturali che sottoporrà alle Camere federali. La legge concretizza le norme e le misure previste dalla Convenzione UNESCO 1970 per il divieto e la prevenzione dell'importazione, dell'esportazione e della cessione illecita di beni culturali.

    Negli ultimi decenni, il patrimonio culturale di numerose regioni di tutto il mondo è stato gravemente danneggiato da scavi archeologici abusivi, furti ed esportazioni illecite. La comunità internazionale degli Stati ha risposto a questi sviluppi con una serie di convenzioni, a cominciare dalla Convenzione UNESCO del 14 novembre 1970 concernente le misure da adottare per interdire e impedire l'illecita importazione, esportazione e trasferimento di proprietà dei beni culturali (Convenzione UNESCO 1970), cui hanno aderito fino ad oggi 91 Stati. Ora la Convenzione dovrebbe essere ratificata anche dalla Svizzera.

    A differenza dei paesi limitrofi, la Svizzera non conosce a tutt'oggi a livello federale un disciplinamento specifico per i beni culturali mobili e tantomeno partecipa a strumenti internazionali volti a regolamentare il trasferimento dei beni culturali, con la conseguenza che il patrimonio culturale elvetico, ma anche quello di altri Stati, non risulta sufficientemente protetto da transazioni dannose o riprovevoli. Con la ratifica della Convenzione UNESCO 1970 la Svizzera aderisce agli standard internazionali definiti in materia di beni culturali. Questa operazione presuppone una legge sul trasferimento dei beni culturali, che concretizza le norme e le misure della Convenzione nel diritto svizzero. Il primo disegno di legge è stato messo in consultazione nell'autunno 2000 e, stando al rapporto di consultazione appena pubblicato, è stato valutato positivamente dalla maggioranza degli interpellati. Il Consiglio federale sottoporrà il disegno di legge rielaborato alle Camere federali.

    La legge sul trasferimento dei beni culturali disciplina l'importazione e l'esportazione dei beni culturali, il rimpatrio dei beni culturali importati illecitamente e il commercio in beni culturali. Inoltre contiene misure volte a migliorare la protezione del patrimonio culturale elvetico e di altri paesi nonché a promuovere lo scambio internazionale di oggetti d'arte. Con la combinazione di misure di limitazione del trasferimento illecito e di promozione del trasferimento di beni culturali conforme alla legge s'intende sottolineare l'importanza del trattamento responsabile di beni culturali delicati.

ots Originaltext: UFC
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Andrea F. G. Raschèr, responsabile Diritto e Affari internazionali
Ufficio federale della cultura
Tel. +41 31 322 86 08

(Consultabili anche su www.kultur-schweiz.admin.ch/arkgt/kgt)

Allegati:
- testo del messaggio
- rapporto sulla consultazione
- materiale per la stampa



Plus de communiques: Office fédéral de la culture

Ces informations peuvent également vous intéresser: