DDC

Invito alla conferenza stampa 12.07.2001

Paesi in via di sviluppo e nuove tecnologie L'impegno svizzero contro il "fossato digitale"

    Berna (ots) - Le nuove tecnologie, come le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, modificano le condizioni economiche e sociali in modo cos" radicale che i paesi poveri e le regioni cui è precluso l'accesso allo sviluppo tecnologico si ritrovano sempre più svantaggiati. Di fatto, il "fossato digitale" ha ulteriormente accentuato la disparità di reddito tra ricchi e poveri. Negli ultimi anni sono state avviate diverse iniziative per facilitare ai paesi in via di sviluppo, e particolarmente ai più poveri tra essi, l'accesso alle nuove tecnologie e per consentir loro di trarne profitto per il loro sviluppo.

    Alla conferenza stampa la signora S. Fukuda-Parr del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (PNUD) presenterà l'ultimo Rapporto sullo Sviluppo Umano (2001). Oltre alle già note rubriche riguardanti le opportunità e possibilità di sviluppo dell'Uomo, per la prima volta il rapporto si chiede se le nuove tecnologie possono ripercuotersi positivamente sulla povertà e sullo sviluppo.

    Il Direttore della DSC Walter Fust illustrerà l'impegno svizzero in seno alla "Global Knowledge Partnership". Ai primi di luglio e in collaborazione con la Malesia, la Svizzera ha assunto la presidenza di questa rete globale per la diffusione delle tecnologie dell'informazione e del sapere a favore dei paesi in via di sviluppo.

    Giovedì 12 Luglio 2001     dalle 10.30 alle 11.30     Hotel Bellevue, Foyer de la Presse     Kochergasse 5     3003 Berna

    Relatori:     - Sakiko Fukuda-Parr, Direttrice dell'Ufficio del PNUD per il Rapporto sullo Sviluppo Umano, PNUD, New York

    - Walter Fust, Direttore della DSC

    Vi attendiamo con piacere!

ots Originaltext: DSC
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), Media e
Comunicazione



Plus de communiques: DDC

Ces informations peuvent également vous intéresser: