DDC

La DSC potenzia l'aiuto al Salvador

Berna (ots) - La Direzione dello Sviluppo e della Cooperazione (DSC) aumenta l'aiuto d'emergenza e di sopravvivenza alle vittime del catastrofico terremoto nel Salvador a un totale di 500'000 franchi. Al coordinamento dell'aiuto fornito dalla comunità internazionale e dall'ONU, la Svizzera partecipa con 4 esperti dell'ASC. Per la ricostruzione la DSC ha inoltre riservato la somma di un milione di franchi. Attualmente non è ancora possibile valutare completamente l'entità della catastrofe, ma si prospetta sin d'ora che il terremoto del 13 Gennaio in Salvador abbia provocato in questo paese devastazioni maggiori di quelle dell'uragano Mitch", che lo aveva colpito due anni fa. Già nella notte tra sabato e domenica, la Svizzera è stata uno dei primi paesi a mettere a disposizione circa 150'000 franchi (100'000 dollari) a titolo di aiuto immediato. Oggi la DSC aumenta questa somma a un totale di 500'000 franchi. Questi denari trovano impiego tramite l'Ufficio di Collegamento della DSC a San Salvador per l'acquisto in loco di beni d'emergenza, quali i medicinali e il materiale per gli alloggi d'emergenza (teloni di plastica), nonché per assicurare il rifornimento di acqua potabile. Questa somma comprende anche dei contributi a delle organizzazioni partner. Oltre a ciò sono state prese ulteriori misure: - Rafforzamento dell'équipe della DSC operante nel Salvador (10 collaboratrici e collaboratori) da parte di 2 esperti del Corpo Svizzero di Aiuto in caso di catastrofe (ASC) già presenti in America Centrale. Nelle loro funzioni rientrano attività di coordinamento, misure di aiuto d'urgenza e il rilevamento dei danni. - L'équipe dell'UNDAC (United Nations Disaster Assessment and Coordination) - un organismo facente parte dell'OCHA (Ufficio del Coordinatore per gli Affari Umanitari) in seno alle Nazioni Unite - riceve il sostegno di 2 esperti dell'ACS. - Sostegno degli sforzi di coordinamento del governo salvadoregno, nonché della Croce Rossa locale. - Per la ricostruzione è riservato un contributo di un milione di franchi. I danni più ingenti, che hanno anche provocato il maggior numero di morti, sono stati registrati nei dintorni di San Salvador in seguito a smottamenti di terreno provocati dal terremoto. Le probabilità di trovare ancora dei sopravissuti fra le macerie delle case ricoperte dalle masse di terra erano minime. Per questa ragione si è rinunciato a far intervenire la Catena Svizzera di Soccorso. ots Originaltext: Direzione della cooperazione e dello svillupo (DSC), Media e comunicazione Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Joachim Ahrens, portavoce DSC, tel. +41 31 322 35 59.

Ces informations peuvent également vous intéresser: