Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

NFTA: nuovi elementi per fissare il tracciato nel Cantone Uri

Berna (ots) - Vi sono nuovi elementi per la pianificazione del tracciato NFTA nel Cantone Uri: due studi sul tracciato dimostrano che esiste un potenziale di ottimizzazione della variante di valle e che sarebbe fattibile una variante «dorsale lunga». Un altro studio giunge alla conclusione che le ripercussioni del traffico potrebbero essere mitigate intervenendo sulla pianificazione. Il DATEC ha incaricato l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) di elaborare insieme all'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) entro l'estate prossima diverse opzioni per il proseguimento della NFTA. Dovranno essere indagate in particolar modo le conseguenze sul piano politico e finanziario che avrebbe l'eventuale realizzazione della variante »dorsale lunga” dopo la costruzione della galleria di base del San Gottardo. Il 19 giugno 2000 il Consiglio federale ha approvato il progetto preliminare secondo la variante di valle per il segmento della tratta che va dal portale di Erstfeld alla zona a sud di Altdorf, impegnandosi, nel contempo, a creare le premesse per l'ottimizzazione delle linee di accesso alla NFTA nel Cantone Uri. Il DATEC, competente per la materia, ha costituito un gruppo d'accompagnamento ad hoc, sotto la guida dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale, composto da rappresentanti del Cantone Uri e della Confederazione e da esperti delle FFS e della AlpTransit San Gottardo SA. Ora sono stati presentati i risultati dei quattro studi realizzati quest'anno per conto dell'UFT e dell'ARE. 1. Studio «Ottimizzazione della variante di valle Uri»: scopo dello studio era dimostrare in che misura sia ancora ottimizzabile il tracciato nella zona Altdorf/Flüelen. Gli accertamenti mettono in risalto, tra le varianti di valle, un tracciato abbassato in più punti, con attraversamento sotterraneo dello Schächen, un secondo tratto in galleria a nord della stazione di Altdorf e prosecuzione all'interno della montagna con imbocco prima di Flüelen (la cosiddetta variante Hafnerried sotterranea con Schächen sotterraneo). 2. Studio di fattibilità «Variante dorsale lunga»: questo studio si è occupato primariamente della fattibilità dei tracciati secondo la «variante dorsale lunga», tenendo conto dei vari problemi e ripercussioni sul piano dell'esercizio, finanziario nonché della protezione dell'ambiente e della pianificazione del territorio. Dall'indagine risulta in sostanza che la «variante dorsale lunga» è, in linea di massima, realizzabile. In linea di conto entra soprattutto una variante che presenta un tratto di circa 2,2 km nella zona di Rynächt a cielo aperto (la cosiddetta »variante dorsale lunga aperta), necessario soprattutto per motivi di sicurezza. I due binari della vecchia linea rimangono nella valle. Per il raccordo della galleria di base del San Gottardo alla vecchia linea ferroviaria è indispensabile anche l'impianto di sorpasso di Rynächt. 3. Studio «Identificazione dei problemi di pianificazione territoriale nella piana della Reuss nel Cantone Uri «: con questo studio sono stati esaminati i problemi di pianificazione territoriale e il loro impatto sulla popolazione in termini di priorità e di sensibilità. Dalle interviste condotte emerge che la popolazione e le autorità urane sono molto sensibili al problema. Nella situazione attuale è in particolare la A2 ad essere sentita come un peso. La maggioranza è quindi favorevole ad un trasferimento del traffico merci alla rotaia, ma non è disposto ad accettare a tutti i costi la NFTA, necessaria peraltro per operare il trasferimento. Il 90% degli intervistati si è detto favorevole al tracciato della NFTA all'interno della montagna. 4. Studio di pianificazione «Piana della Reuss nel Cantone Uri, 2030; coordinamento dello sviluppo insediativo e paesaggistico con le infrastrutture nazionali». Da questo studio emergono elementi per un complessivo miglioramento, a lungo termine, della situazione territoriale nella valle della Reuss, tra Flüelen ed Erstfeld. Il rapporto dimostra che non è possibile migliorare la situazione del traffico nella valle della Reuss nel Cantone Uri puntando unicamente sullo spostamento del tracciato della NFTA all'interno della montagna. Sono invece necessari vari interventi in settori diversi (sviluppo insediativo, paesaggio, turismo, strade nazionali, linee dell'alta tensione, ecc.). Perché i vari progetti diano il risultato sperato è indispensabile una strettissima collaborazione tra Confederazione, Cantone e comuni. I risultati dello studio sono esposti più dettagliatamente nella documentazione allegata. 5. Prossime fasi Il gruppo d'accompagnamento ha preso atto degli studi condotti. Contemporaneamente, il DATEC ha incaricato l'UFT di elaborare insieme all'ARE le opzioni per il seguito, indicando chiaramente le varie conseguenze a livello politico e finanziario. Su questa base il Consiglio federale prenderà una decisione su come proseguire i lavori entro la metà del 2002. ots Originaltext: DATEC Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: DATEC Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni Servizio stampa Prof. Dott. Pierre-Alain Rumley direttore dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale Tel. +41/79/335'76'80 Dott. Max Friedli direttore dell'Ufficio federale dei trasporti Tel. +41/31/322'57'01 Landammann Martin Furrer capo della Direzione di giustizia del Cantone Uri Tel. +41/41/875'20'07

Ces informations peuvent également vous intéresser: