Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Riapertura della galleria del San Gottardo: maggiore sicurezza e scaglionamento del traffico

Berna (ots) - Il 21 dicembre la galleria stradale del San Gottardo sarà riaperta alle automobili e ai mezzi pesanti, il che consentirà di migliorare considerevolmente la sicurezza di tutto il traffico stradale sugli assi di transito transalpini. Il grado di sicurezza dell'impianto corrisponde nuovamente a quello esistente prima dell'incidente, mentre la sicurezza del traffico sarà aumentata grazie a misure di scaglionamento sull'esempio della galleria del Monte Bianco. È quanto ha deciso il Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni (ATEC), dopo aver valutato attentamente le riserve avanzate dai Cantoni Ticino e Uri. La decisione dell'ATEC permetterà di decongestionare la strada del San Bernardino, meno adatta ad assorbire il traffico pesante. Se i lavori di risanamento procederanno secondo lo scadenzario prestabilito, la galleria stradale, chiusa al traffico a seguito dell'incidente del 24 ottobre scorso, potrà essere riaperta al traffico leggero e al traffico pesante il 21 dicembre prossimo. È questo il risultato dell'esame delle riserve sulla sicurezza, avanzate la settimana scorsa dalle delegazioni dei governi cantonali ticinese e urano nel corso dell'incontro con i vertici dell'ATEC. Sia le sospensioni della soletta intermedia utilizzate per i lavori di risanamento che gli impianti di ventilazione garantiscono un livello di sicurezza della struttura, che corrisponde a quello precedente all'incidente. Fino a che la primavera prossima non saranno stati completati i lavori in galleria, che comprendono ulteriori misure per la sicurezza, il tunnel rimarrà chiuso durante la notte. Inoltre, a partire dal 21 dicembre, saranno operative misure di regolazione del traffico già concordate con i Cantoni Ticino e Uri: scaglionamento del traffico pesante con circolazione a senso unico alternato e distanze minime di sicurezza. Anche i ministri dei trasporti europei e la commissaria europea dei trasporti hanno giudicato positivamente questi provvedimenti, in occasione del vertice tenutosi a Zurigo il 30 novembre. Sono stati quindi compiuti i primi passi importanti verso un miglioramento generale della sicurezza del traffico transalpino. Le misure di gestione del traffico continueranno ad essere applicate anche al San Bernardino e saranno sostituite nei prossimi mesi da una regolamentazione permanente per tutto il traffico stradale attraverso le alpi. Lo scorso venerdì il Consiglio federale ha inoltre deciso che la gestione delle aree di sosta necessarie per lo scaglionamento del traffico sarà finanziata dalla Confederazione. Già quest'anno sono versati contributi ai Cantoni interessati. La decisione dell'ATEC di aprire la galleria stradale del San Gottardo anche al traffico pesante, oltre ad essere stata determinata dal fatto che i provvedimenti citati e i lavori di risanamento garantiscono un maggior grado di sicurezza, è stata presa anche in considerazione della sicurezza globale dei trasporti. Sarà così decongestionata la strada del San Bernardino sulla A13, che fino al 21 dicembre costituisce il principale percorso alternativo per il traffico. ots Originaltext: ATEC Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: ATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa e dell'Informazione Hugo Schittenhelm Capostampa ATEC Tel. +41/31/322'55'48

Ces informations peuvent également vous intéresser: